Il talent di Maria de Filippi smette di puntare sul talento e premia le liti o le polemiche: il web reagisce così. amici insulti parisi

Amici di Maria amici insulti parisi

Il copione ormai settimanale è sempre lo stesso: inizia la puntata, inizia la polemica. amici insulti parisi
Ogni sabato sia nel pomeridiano che adesso al serale, la sfida non è più tra talenti ma tra lottatori.
Celentano VS ballerine random, Parisi contro Biondo (giustamente ma con modi sbagliati), adesso Ventura VS Parisi:
un gioco al massacro sotto agli occhi di 20 milioni di spettatori settimanali.

Il concorso canoro più proficuo della tv italiana sta finalmente svelando le sue carte:
se finora il gioco al guadagno tra pubblicità, visibilità, merchandising e concerti in tutta Italia della gang di Maria era stato coperto da un velo di promozione del talento, adesso è tutto più chiaro.

Come uno show pomeridiano qualsiasi, dalla D’Urso a La Vita in Diretta con la loro corsa allo sfruttamento del dolore per una manciata di visibilità, così anche il talent si è trasformato in una fabbrica di casi umani.
Eroe contro cattivo, peggio di un film Disney di cui però non si prospetta un lieto fine, il tutto per spingere i ragazzini a donare i propri soldi al sacro altare del televoto.

La truffa di Maria De Filippi amici insulti parisi

Funziona così: in assenza di talento si stanno promuovendo le lotte tra i cattivi, i professori della scuola, e i buoni, i ragazzi offesi.
La gente da casa, settimana dopo settimana, non potendo tifare per le qualità dei concorrenti, viene spinta a tifare per la loro sopravvivenza altrimenti non garantita grazie alle regole del programma.
Avendo dato tutto il potere alla commissione di professori, i ragazzi stanno perennemente in bilico tra la “vita” all’interno della scuola e la morte mediatica.
Il pubblico è chiamato allora a soccorrere donando euro: una truffa emotiva che fa andare i guadagni e la visibilità alle stelle.

Come mantengono il clima di potere i prof all’interno? Con gli insulti. amici insulti parisi
In queste settimane si è tanto parlato di polemiche e dei modi con cui queste vengono esplicate.
“Sei grassa” “Non sei un ballerino” “sei sgraziata” “non servi a nulla” “sei un paraculo” “sei falsa”: questi pochi dei tanti insulti che i Professori per primi vomitano in faccia a chiunque.

Un esempio davvero negativo per i 20 milioni di giovani che settimanalmente seguono lo spettacolo:
in questo clima d’odio fomentato dalle regole del programma e dalle sue logiche di funzionamento, come possiamo allora scandalizzarci se delle fan di Biondo insultano privatamente la Parisi?

Amici incita forse all’odio e alla violenza (se non fisica, quantomeno digitale)? amici insulti parisi

Quanta colpa ha Maria De Filippi, continuando a preferire le polemiche al talento?

Fateci sapere cosa ne pensate sulla nostra pagina facebook

amici insulti parisi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui