La Boyband anni 80′ che ha fatto impazzire milioni di teenagers in tutto il mondo ora duran tempo documentari

Con oltre 185 milioni di dischi venduti, i Duran Duran hanno accompagnato intere generazioni, entrando nell’élite del panorama internazionale a partire dagli anni Ottanta, il periodo nel quale hanno toccato i momenti più alti della loro carriera.

I Duran Duran nascono a Birmingham nel 1978. La formazione originaria è composta da John Taylor, Nick Rhodes e Stephen Duffy e in seguito si unirà a loro Simon Colley su clarinetto e basso. Per il nome del gruppo Taylor si è ispirato a Durand Durand, l’antagonista del film Barbarella. ora duran tempo documentari

ora duran tempo documentari

Dopo le prima esibizioni, Duffy e Colley lasciano il gruppo, mentre John Taylor passa dalla chitarra al basso. Nella band si alterneranno diversi altri musicisti fino all’arrivo definitivo di Roger Taylor alla batteria, Andy Taylor alla chitarra e Simon Le Bon, nuovo cantante della band.

I Duran Duran irrompono nelle classifiche inglesi di vendita nel 1981 grazie al singolo “Planet Earth“, ma la critica non è molto generosa nei confronti di questo brano. Per la consacrazione bisognerà aspettare l’anno successivo con pezzi come “Rio“, “Hungry like the wolf” e “Save a prayer“. “Wild Boys“, del 1984, diventa una delle canzoni simbolo del decennio. ora duran tempo documentari

La pausa e il grande ritorno con “Ordinary World”

Dopo il grande successo degli anni Ottanta, la band britannica decide di prendersi una pausa. L’età dell’oro è alle spalle, ma i Duran Duran vivranno un ritorno di fiamma nel 1993 con l’album omonimo e il singolo “Ordinary World“. Il 13 luglio del 1985 al John F. Kennedy Stadium di Filadelfia la band partecipa al concerto di beneficenza del Live Aid. Sarà l’ultima esibizione dei Duran Duran, almeno fino al luglio del 2003. ora duran tempo documentari

I Duran Duran vennero soprannominati anche i “Fab Five” dalla stampa inglese nella prima metà degli anni Ottanta, con chiaro riferimento ai Beatles, dopo che la Principessa del Galles Diana aveva dichiarato la sua preferenza per la band di Birmingham, contrapposta in quegli anni ai connazionali Spandau Ballet. 

ora duran tempo documentari

Per la gioia di tutti i loro fan, dopo 15 anni di lontananza, i Duran Duran si riuniscono nel 2001. Due anni più tardi prenderà il via un tour da record della band, con biglietti vaporizzati in pochissimo tempo. Il ritorno al successo sarà certificato dal “Lifetime Achievement Award” agli Mtv Music Award e, nel 2004, dal “Outstanding Contribution Award” ai Brit Awards. Il 2004 è anche l’anno di “Greatest“, la raccolta di successi che sarà doppio disco di platino. ora duran tempo documentari

Dall’autunno 2006 la band ha acquistato un nuovo chitarrista, anche se non compare fra i membri ufficiali: è Dominic Brown. Recentemente John Taylor ha annunciato che Giorgio Moroder farà parte del team dei produttori del quindicesimo album in studio dei Duran Duran. Nel 2015 i Wild Boys sono tornati con la loro quattordicesima fatica “Paper Gods“.L’album ha raggiunto la seconda posizione nella classifica italiana, la quinta in Gran Bretagna e la decima negli USA.

ora duran tempo documentari

“There’s Something You Should Know”: ll documentario sulla band firmato da Zoe Dobson

Nel 2018 è stato prodotto da Showtime e firmato da Zoe Dobson il documentario “There’s Something You Should Know” che ripercorre la carriera dei Duran Duran dagli esordi ai giorni nostri. Forte di documenti esclusivi estratti dagli archivi della band inglese, il lavoro segue i diversi elementi della band nella propria vita di tutti i giorni: John Taylor viene raggiunto da una troupe nella sua casa di Los Angeles, mentre il frontman si fa accompagnare dalle telecamere nel corso di una visita al suo primo maestro di canto. Nel documentario sono incluse anche interviste esclusive a colleghi e amici dei Duran Duran come il già leader dei Culture Club Boy e lo stilista Anthony Price.

Per quanto riguarda gli aggiornamenti musicali, i Duran Duran parteciperanno nel 2021 al festival dell’Isola di Wight.

ora duran tempo documentari

Continuate a seguirci su Musicaccia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui