Ha scritto una pagina memorabile nell’universo musicale con i suoi Pearl Jam, icona del grunge, movimento nato nella Seattle degli anni 80.

Polistrumentista e abile performer, ha guadagnato la stima degli appassionati del genere grazie alla sua  preziosa arte ma non solo…

Oggi, sabato 23 dicembre, è il giorno dedicato a Eddie Vedder per il suo compleanno. Per celebrarlo, noi di Musicaccia vi proponiamo otto incredibili eventi che vi aiuteranno a conoscere lati inediti della personalità del “sopravvissuto del grunge“.

 

eddie vedder pearl jam

Il dramma del Roskilde Festival

Durante un concerto dei Pearl Jam a Copenaghen, in occasione del Roskilde Festival, nove persone morirono soffocate per colpa della folla senza controllo. Il tragico episodio sconvolse il cantante, che non riuscì a impedire nulla. Il brano Love Captain Boat è dedicato alle vittime del doloroso incidente. Era il 30 giugno 2000.

Eddie Vedder parla di Kurt Cobain

Il leader dei Nirvana non riteneva molto simpatici Eddie e soci, che per lui erano niente poco di meno che dei “venduti”. Ma il cantante di Evanston non è un grande fan della vendetta: prima della spiacevole morte di Cobain, i due si chiarirono e ancora oggi Vedder è assolutamente convinto che se lui fosse ancora vivo apprezzerebbe la sua amicizia.

 

Vedder nega le accuse di antisemitismo con un post ispirato da John Lennon

Eddie ha ricevuto cattivi giudizi dalla stampa israeliana dopo un suo commento contro la guerra in Medio Oriente durante un concerto in Inghilterra. Per il frontman fu importante difendersi: attraverso un messaggio scritto sulla sua pagina ufficiale Facebook, l’artista ha dichiarato di provare un odio profondo per la guerra e di non stare dalla parte di nessuno, citando il leggendario John Lennon.

eddie vedder pearl jam

I nominati dell’ Ice Bucket Challenge

Il 2014 è stato l’anno dell’ Ice Bucket Challenge, iniziativa dedicata alle ricerche contro la sclerosi laterale amiotrofica, sostenuta da persone comuni e personaggi dello spettacolo con dell’acqua gelata lanciata sul corpo. Anche Eddie partecipò, nominando a sua volta Bruce Springsteen Niall Horan, ex One Direction, idolo di sua figlia. eddie vedder pearl jam

Vedder mantiene un’importante promessa

Nel 1992 i Pearl Jam suonarono in un locale di Cincinnati in cui era presente anche un affezionato fan, Joe Wolfe. L’incontro con la sua band preferita si concluse con una gentile promessa da parte del cantante: una foto ricordo scattata in un’altra occasione. E dopo ben ventidue anni finalmente il sogno si è realizzato: Vedder e Wolfe si sono incontrati all’interno di un backstage e hanno compiuto l’impegno che si erano presi diversi anni prima.

 

eddie vedder pearl jam

Vedder incide la sigla di Batman con la figlia

Eddie è anche un padre premuroso che sa rendere felice la propria bambina. La piccola Harper è riuscita a vivere una bellissima  esperienza in studio di registrazione nei panni di una cantante. Padre e figlia hanno scelto di omaggiare un amato personaggio dei fumetti: Batman, l’uomo pipistrello.

Gli auguri alla mamma

Anche le rockstar, in fondo, hanno un cuore tenero. Nel giorno del compleanno della madre, Eddie ha intonato l’allegra   canzoncina “Happy Birthday” durante una performance, accompagnato dal pubblico presente. eddie vedder pearl jam

Ecco il link del video.

Una tentata aggressione a Chicago

Sapete che durante un concerto eseguito lo scorso anno a Chicago una donna stava per subire un ingiusto assalto? Per fortuna l’energico frontman lo impedì in tempo, preoccupandosi per le condizioni della sua fan.

Sei grande, Eddie! eddie vedder pearl jam

 

eddie vedder pearl jam

 

Continuate a seguirci su  Musicaccia

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui