Home Rubriche Iggy Pop angelo custode nel film francese ‘Starlight’

Iggy Pop angelo custode nel film francese ‘Starlight’

855
0
CONDIVIDI
Iggy Pop angelo custode Starlight

A tu per tu con Iggy Pop Iggy Pop angelo custode Starlight

Iggy Pop

Iggy Pop, pseudonimo di James Newell Osterberg Jr., è un cantante e attore statunitense nonché icona leggendaria del movimento punk Iggy Pop angelo custode Starlight Iggy Pop angelo custode Starlight

Durante la sua carriera si è misurato con una vasta gamma di generi, dall’elettronica all’hard rock, dal blues al pop.

È al 75º posto nella lista dei 100 migliori cantanti secondo Rolling Stone.

Acquista notorietà facendo parte degli Iguanas, da cui deriva il suo soprannome Iggy, come batterista tra il 1963 ed 1965;

Dei Prime Movers e successivamente come cantante degli Psychedelic Stooges (con i fratelli Ron e Scott Asheton chitarra e batteria, e Dave Alexander al basso), in seguito solamente The Stooges.

Dopo lo scioglimento, nel 1974, ha intrapreso l’attività da solista.

The Stooges

Lo stile

Con gli Stooges pubblica tre album prima dello scioglimento: The Stooges (1969), Fun House (1970) e Raw Power (1973).

Vengono considerati una figura chiave dello sviluppo futuro di generi musicali come hard rock, heavy metal, punk rock, noise.

Lo stile da performer di Iggy Pop iniziò a prendere forma assistendo ad un concerto dei The Doors nel 1967 dove restò impressionato dall’esibizione del cantante, Jim Morrison.

The Stooges

L’esagerazione

I comportamenti estremi di Morrison sul palco ispirarono il giovane Pop ad oltrepassare i limiti.

Pop fu il primo performer a praticare abitualmente lo stage diving (tuffo dal palco).

Altri comportamenti estremi di Pop includevano il rotolarsi su vetri rotti, automutilazioni, provocare il pubblico e vomitare sul palcoscenico.

Iggy Pop

Iggy Pop

I problemi della dipendenza

Poco tempo dopo il debutto (1968), gli Stooges si sciolsero a causa della crescente dipendenza dall’eroina di Pop.

Nel 1971, Iggy Pop e David Bowie si incontrarono al Max’s Kansas City, un night club e ristorante di New York.

La carriera di Iggy ricevette una forte spinta a ripartire quando il Duca Bianco decise nel 1972 di produrre un nuovo album degli Stooges in Inghilterra.Iggy Pop angelo custode Starlight

Iggy Pop e David Bowie

Risorgere insieme

Incapace di controllare il suo abuso di droga, Pop si autoricoverò in un istituto di igiene mentale, per cercare di darsi una ripulita.

David fu uno dei pochi amici a fargli visita in ospedale, continuando a supportarlo come collaboratore.

Bowie e Pop si trasferirono insieme a Berlino ovest per cercare ognuno di superare le proprie dipendenze (per Bowie il problema era la cocaina).

Nel 1977, Pop firmò un contratto con la RCA e Bowie lo aiutò a comporre e produrre gli album The Idiot e Lust for Life, due dei più acclamati lavori solisti di Pop.

Tra le canzoni che Bowie e Pop scrissero insieme figurano brani come China Girl, Tonight, e Sister Midnight.

Bowie suonò anche le tastiere dal vivo durante i concerti di Iggy Pop in supporto agli album sopracitati.

La carriera solista

Dopo gli album del 1977, The Idiot e Lust for Life, Iggy Pop ha trascorso gli anni ottanta e novanta passando da un genere all’altro, compresi il country ed il blues, con album di poco successo.

2003: ha collaborato con varie band, tra le quali i Sum 41 con cui ha inciso il singolo Little Know It All, contenuto anche nell’album Skull Ring.

Dal 2003 è tornato a cantare in una rinnovata formazione degli Stooges, con cui ha successivamente pubblicato un album nel 2007, The Weirdness.

2008: registra Preliminaires, album dai toni jazz uscito nel 2009.

2010: è presente come guest vocal nell’album solo di Slash nella canzone We’re All Gonna Die.

2012: esce il suo 16º album solista Après contenente cover principalmente in lingua francese.

Nello stesso anno collabora con la cantante Kesha in una canzone del suo nuovo album intitolata Dirty Love

2016: Post Pop Depression diciattesimo album in studio di Iggy

2017: nuovo brano inedito intitolato Asshole Blues Iggy Pop angelo custode Starlight

Iggy e la cinematografia

Ha partecipato a molti film tra cui il Corvo 2 dove interpretava il malvagio scagnozzo Curve e Dead Man dove interpreta un ruolo vestito da donna.

Iggy Pop e Johnny Depp
Iggy Pop in Dead Man, film del 1995 scritto e diretto da Jim Jarmusch, e interpretato da Johnny Depp.

Il nuovo film

Torna ora sullo schermo nei panni di un angelo custode nel  film francese Starlight, diretto da Sophie Blondy del 2013 che solo oggi arriva alla distribuzione internazionale (in Francia è uscito alla fine del 2016 col titolo L’étoile du jour).

Nella pellicola è l’angelo custode di un gruppo di circensi stazionato sulle coste del Mare del Nord.

Li aiuterà a confrontarsi con i problemi più disparati, dalla fatica a trovare un pubblico ai litigi e alle divisioni interni.

Cast

Nel film, oltre a Iggy Pop, compaiono Natacha Régnier, Denis Lavant, Tchéky Karyo, Béatrice Dalle e Bruno Putzulu.

Ecco il trailer del film

Curiosità

Il leader degli Stooges continuerà a recitare parallelamente alla sua intensa attività musicale.

Dopo aver pubblicato Post Pop Depression, infatti, ha partecipato a Song to Song di Terence Mallick, in Blood orange di Tony Tobias e lo si vedrà prossimamente nell’atteso Gutterdämmerung di Bjorn Tagemose.

Alcuni pezzi di Iggy sono stati usati in film. Da The Idiot Nightclubbing in Trainspotting, Funtime, in Miriam si sveglia a mezzanotte). Da Lust for Life derivano pezzi divenuti dei classici Some Weird Sin, The Passenger e Lust for Life.

LASCIA UN COMMENTO