Home News Ufficiale: l’ultimo album dell’ex Pink Floyd Roger Waters non verrà venduto in...

Ufficiale: l’ultimo album dell’ex Pink Floyd Roger Waters non verrà venduto in Italia

929
0
CONDIVIDI
Roger Waters cancellato ultimo album

Ora è una notizia sicura, l’ultimo album di Roger Waters non sarà commercializzato in Italia.

La vicenda

l 16 luglio il Tribunale di Milano ha emanato un decreto per “impedire la propagazione dell’illecito”, cioè per togliere dal mercato le copie fisiche di Is This The Life We Really Want?, l’ultimo album di Roger Waters.

L’illecito in questione per i giudici di Milano è legato al presunto plagio della copertina dell’album, immagine molto simile, quasi uguale con lo stesso concept, alle opere di Emilio Isgrò, artista siciliano famoso per le sue sperimentazioni con la cancellatura del testo.

Il 27 giugno scorso, alla fine dell’udienza ordinaria, sembrava esserci una piccola speranza per l’ex Pink Floyd, ma invece la diatriba non si è risolta positivamente per lui come tutti speravamo.

Roger Waters cancellato ultimo album

Cover album di Roger Waters

 

Roger Waters cancellato ultimo album

Opera di Isgrò

Le conseguenze

Chiaramente la conseguenza di questo triste verdetto è il blocco immediato delle vendite del disco in versione fisica, anche se tuttavia resterà disponibile in versione digitale. Sarà inoltre vietata qualsiasi tipo di rappresentazione grafica della sua copertina condannata.

Da tenere presente che ogni violazione della sentenza verrà multata con una penale di ben 100 euro. Per evitare qualsiasi tipo di problema, l’ordinanza è stata pubblicata a caratteri di dimensione raddoppiata dell’ordinario sui quotidiani Corriere della Sera e Repubblica sia in versione cartacea che digitale.

Inoltre la povera Sony, che non ha ancora rilasciato alcuna dichiarazione in seguito alla recente sentenza del tribunale, dovrà accollarsi anche le spese processuali, oltre il danno anche la beffa.

La risposta di Roger

Allo storico membro dei Pink Floyd e alla sua casa discografica non resta  che decidere nel più breve tempo possibile la prossima mossa da fare per rispondere alla sentenza che sicuramente non merita un artista di spessore come lui.

La risposta più drastica potrebbe essere il ricorso in appello oppure la creazione di un nuovo artwork per l’album o tentare un accordo economico con l’artista siciliano.

LASCIA UN COMMENTO