Home Pubblicazioni Gianni Morandi come non l’avete mai visto, ecco il bizzarro duetto con...

Gianni Morandi come non l’avete mai visto, ecco il bizzarro duetto con Rovazzi

1066
0
CONDIVIDI
Rovazzi

“Italiani, popolo di santi, poeti e navigatori, o meglio: popolo di eroi, di santi, di poeti, di artisti, di navigatori, di colonizzatori, di trasmigratori.” Rovazzi

E poi c’è Rovazzi. E con lui tutta un’altra serie di personaggi mitologici accomunati da un’unica grande passione che a me piace definire il TRASH.

Ma chi è Rovazzi e come è entrato nelle nostre vite?

Fabio Piccolrovazzi in arte Fabio Rovazzi nasce come videomaker. Si è fatto infatti conoscere su Internet attraverso i propri profili social, realizzando alcuni video comici divenuti poi virali.

Nel 2015 ha collaborato alla trasmissione di J-Ax Sorci verdi, trasmessa in seconda serata su Rai 2. In quel periodo ha lavorato anche alla realizzazione di video musicali per Merk & Kremont e Fred De Palma.

L’ascesa del fenomeno Rovazzi è arrivata con il suo primo singolo Andiamo a comandare. Un vero tormentone, ascoltato letteralmente ovunque e da chiunque. Il web è impazzito, tutti a fare il balletto con le spalle.


La viralità di Rovazzi è senza precedenti nel palcoscenico della musica italiana. Un fenomeno mediatico che nessun altro era ancora riuscito a raggiungere.

Riempendo i suoi video di comici, web star e, scusatemi il termine, cazzate è riuscito a farsi largo nelle nostre teste. Infatti, per quanto criticato, nel bene e nel male tutti canticchiano i suoi ritornelli.

Il singolo è entrato nella classifica di vendite nel giugno 2016, raggiungendo la prima posizione il 29 luglio seguente, dopo aver ottenuto un disco d’oro e un disco di platino.

Qual è la sua formula vincente?

Rovazzi nelle sue canzonette ci prende allegramente in giro. Qualora ci fosse ancora qualcuno che pensasse che questo ragazzo faccia quello che fa in maniera seria è pregato di uscire dall’articolo. Lui stesso sa di non essere un cantante ne tanto meno avrebbe voluto esserlo.

La formula vincente di Rovazzi sostanzialmente non è altro che una giusta composizione di ritmi e cliché sull’italiano medio che piuttosto che prendersela se la balla. Dunque si può tranquillamente affermare che la fortuna di Rovazzi più che dalla sua bravura dipende dal suo pubblico.

Tutto molto interessante

Non a caso il suo secondo singolo, ancor più del primo, riprende l’italiano per tutte quelle azioni divenute ormai quotidiane.

Il tuo profilo Instagram è molto interessante
selfie in casa, selfie al mare, selfie al ristorante.

Mi parli dei problemi e della tua vita stressante
vai in palestra, l’estetista, giornata pesante.

Mi mostri nuovi filtri dove cambiano le facce
lingua fuori, in testa fiori e bocca gigante.

E della tua foto dove sbocci in discoteca
aspetta che ti mostro il ca*, che me ne frega

Ed in effetti in un’epoca social in cui la cosa più importante è apparire, non è raro avere quell’amico/a che ti intasa di foto per ogni singola cosa che fa. Altrettanto meno rara credo sia questa piccola considerazione che il Rovazzi pone nel testo.

Con molta autoironia, dopo un’estate passata a cantare Andiamo a comandare, della sua stessa canzone ci dice:

“tutto bene siamo amici
fino a quando tu mi dici
“Andiamo a comandare”
e fai il balletto con le spalle
molto bello, divertente
si ma.. ha rotto le p*lle.”

Anche in questo caso vuoi per il ritmo di questa nuova canzone, vuoi per il nuovo balletto è stato un tormentone e successo. Anche Tutto molto interessante è disco di platino.

Nel video ritroviamo Fabio De Luigi nei panni di un produttore discografico dispotico; un riesumato Enrico Papi nei panni di un trombettista censuratore; la youtuber Greta Menchi; ovviamente i suoi amici nonchè produttori disocografici (Newtopia) Fedez e J-Ax.

Il Featuring con Gianni Morandi

Cosa c’entra il buon Gianni abbraccia tutti con Fabio? Effettivamente niente. Eppure “è stato costretto” ad un featuring. Il 19 maggio è stato infatti pubblicato il terzo singolo di Rovazzi, Volare, con la partecipazione del buon Gianni nazionale e di Anna (l’adorata moglie/paparazza del cantante).

Il brano, ovviamente, è accompagnato da un videoclip molto speciale. É un minifilm che dura addirittura 6 minuti e mezzo.

Inizia con Maccio Capatonda: “La gente ti odia Fabio – dice Maccio nel video -. Ti odia perché hai fatto successo. Devi fare un featuring con l’unica persona al mondo che non è odiabile: Gianni Morandi“. Tra le guest star oltre la moglie di Morandi troverete Salvatore Esposito (Genny Savastano), Marco Morrone (Saluta Andonio), l’ex capitano dell’inter Javier Zanetti, Lodovica Comello, Frank Matano, William Solo, Danti, Angelo Duro e ovviamente J-Ax e Fedez.

 

LASCIA UN COMMENTO