Home News “Love”, il ritorno al successo dei Thegiornalisti

“Love”, il ritorno al successo dei Thegiornalisti

20
0
CONDIVIDI

È un ritorno in grande stile quello dei Thegiornalisti.

Dopo il successo di Completamente Sold Out, Tommaso Paradiso e la sua band raccontano cosa è successo nella loro vita negli ultimi anni.

A essere tirati in ballo in questo lavoro sono tutti i miti pop di Paradiso: da Dr. House ai mitici Bud Spencer e Terence Hill, insieme a Fantozzi, Verdone, Totò e Peppino e molti altri. Con tanto di citazioni disseminate qua e là.

In poche parole, gli 11 pezzi del disco raccontano in prima persona proprio Tommaso. Il suo amore, le sue passioni, i suoi viaggi in giro per il mondo. Uno che, a quanto dichiara, sarebbe portato a vivere tutto male ma nonostante tutto cerca di vedere il lato positivo delle cose.

Si tratta di un percorso tutto sommato poco organico e lineare, che prosegue con una poetica non troppo complessa, con qualche termine rubato dai social sparso tra una strofa e l’altra. curiosità album paradiso

tommaso paradiso

Love, un disco senza pretese

A primo avviso Love è quello che molti si aspettavano: un disco pop, di facile lettura, piacevole senza troppe pretese.

Le tracce sono tutte orecchiabili. Basti pensare a
Questa nostra stupida canzone d’amore, Felicità puttana o New York, brani che hanno anticipato il disco e sono diventati veri e propri tormentoni.

Alla produzione del disco c’è Dario Faini, al lavoro anche per Emma Marrone, Alessandra Amoroso, Giusy Ferreri, Lorenzo Fragola e Marco Mengoni.

Ma Love rappresenta anche una risposta per tutti coloro che hanno accusato i The giornalisti di aver ucciso l’indie. Lo stesso titolo, Love, è per antonomasia la parola anti-indie, super utilizzata e anche un po’ banale.

the giornalisti love

“Sono molto felice: di quello che faccio, di quello che scrivo, e di come vivo. Tutto questo potrebbe farlo qualcun altro certo (potresti farlo ad esempio tu super hater), ma è andata così. E la colpa è del mondo, della società, dei cinepanettoni, degli altri che non capiscono un cazzo, certo. La colpa non è mai di noi stessi”. Queste le parole del cantante sui social, per rispondere alle critiche ricevute dai puristi del genere indie in seguito alla stesura della canzone di Natale per Radio Deejay.

A differenza di Fuoricampo e Completamente Sold Out, la produzione appare a prima vista meno omogenea. Ma ascoltando attentamente il disco si comprende bene come i brani siano tutti tasselli di un unico racconto.

Love è frutto di una continua evoluzione del gruppo, dove è difficile prevedere la prossima mossa. curiosità album paradiso

Tracklist

01. Overture – (01:24)
02. Zero stare sereno – (03:15)
03. New York – (03:39)
04. Una casa al mare – (02:55)
05. Controllo – (04:05)
06. Love – (03:44)
07. Milano Roma – (03:38)
08. L’ultimo giorno della Terra – (03:29)
09. Questa nostra stupida canzone d’amore – (04:09)
10. Felicità puttana – (03:39)
11. Dr. House – (05:23

Continuate a seguirci su Musicaccia.

curiosità album paradiso

LASCIA UN COMMENTO