Home Concerti Eurovision 2017: tutto quello che c’è da sapere

Eurovision 2017: tutto quello che c’è da sapere

312
0
CONDIVIDI
EUROVISION 2017

Eurovision Song Contest

L’Europa soffriva ancora per le ferite della guerra, la televisione muoveva i primi passi ma l’Unione Europea di Radiodiffusione (l’attuale UER) era alla ricerca di un programma televisivo che potesse coinvolgere diverse nazioni. Eurovision 2017

Il comitato creato appositamente, su proposta di Sergio Pugliese, decise di puntare su di una gara canora che prendeva come modello il Festival di Sanremo da trasmettere simultaneamente in tutti i paesi coinvolti.

Il 19 ottobre 1955 a Roma si stabilì la data di avvio del Gran Premio Eurovisione della Canzone detto anche Eurovision Song Contest.

La prima edizione

Il concorso viene trasmesso ogni anno dal 1956 ed è uno dei programmi televisivi più longevi del mondo. È anche l’evento non sportivo più seguito in tutto il mondo: i dati di ascolto degli ultimi anni sono stati stimati tra 100 milioni e 600 milioni, crescendo enormemente di livello.

L’Eurovision è anche stato trasmesso al di fuori dell’Europa nonostante non partecipino alla gara (ad eccezione dell’Australia, che partecipa a partire dal 2015).

Dal 2000 il concorso viene trasmesso anche via internet, e nel 2006 più di 74.000 persone in quasi 140 paesi hanno seguito l’edizione online.

Il 23 maggio 2015 l’attuale supervisore esecutivo dell’evento, Jon Ola Sand, rivela che l’ESC ha ricevuto il Guinness World Record per essere lo spettacolo musicale televisivo annuale in corso in onda da più anni consecutivi a livello internazionale.

Eurovision 2017

L’Eurovision Song Contest 2017 è la 62ª edizione dell’annuale concorso canoro che quest’anno si svolge nella città di Kiev, in Ucraina; la nazione, che ha vinto l’edizione precedente concorrendo con la canzone 1944 di Jamala, aveva già ospitato l’evento nel 2005.

Jamala 1944 Eurovision
Jamala vincitrice nella scorsa edizione

Questo è il quarto evento dell’Eurovision che si svolge in Ucraina dopo l’Eurovision Song Contest 2005, il Junior Eurovision Song Contest 2009 ed il Junior Eurovision Song Contest 2013.

Lo slogan di quest’edizione è Celebrate Diversity, mentre il logo scelto per questa edizione è una collana di perle tradizionale ucraina conosciuta come Namysto.

logo eurovision 2017 ucraina
logo eurovision 2017

Jon Ola Sand, supervisore esecutivo dell’Eurovision, ha confermato che sarà la prima volta in 62 anni di storia del concorso, che la conduzione è affidata a tre uomini.

Oleksandr Skičko e Volodymyr Ostapčuk presenteranno l’evento dal palco principale, mentre Timur Mirošnyčenko presenterà l’evento dalla Green Room, ossia dal luogo dove sono gli artisti prima e dopo la propria esibizione.

Conduttori Eurovision
La conduzione tutta al maschile dell’ESC 2017. Da sinistra Volodymyr Ostapčuk, Oleksandr Skičko e Timur Mirošnyčenko.

I team creativi sia dell’Eurovision sia di Twitter hanno creato insieme 3 emojis, che accompagneranno specifici hashtag promozionali esclusivamente per l’Eurovision.Eurovision 2017

Il concorso si divide in due semifinali e una finale.

*in giallo i vincitori delle due semifinali*

Prima semifinale

Si è tenuta il 9 maggio 2017 dalle 21:00, CEST; vi hanno partecipato 18 stati e hanno votato anche Italia, Regno Unito e Spagna.

  1. Svezia – Robin Bengtsson – I Can’t Go On
  2. Georgia – Tako Gachechiladze – Keep the Faith
  3. Australia – Isaiah Firebrace – Don’t Come Easy
  4. Albania – Lindita – World
  5. Belgio – Blanche – City Lights
  6. Montenegro – Slavko Kalezić – Space
  7. Finlandia – Norma John – Blackbird
  8. Azerbaigian – Dihaj – Skeletons
  9. Portogallo – Salvador Sobral – Amar pelos dois
  10. Grecia – Demy – This Is Love
  11. Polonia – Kasia – Moś Flashlight
  12. Moldavia – SunStroke Project – Hey, Mamma!
  13. Islanda – Svala Björgvinsdóttir – Paper
  14. Repubblica Ceca – Martina Bárta – My Turn
  15. Cipro – Hovig – Gravity
  16. Armenia – Artsvik – Fly with Me
  17. Slovenia – Omar Naber – On My Way
  18. Lettonia – Triana – Park Line

Seconda semifinale

Si è tenuta l’11 maggio 2017 dalle 21:00, CEST; vi gareggeranno 18 stati (fino al ritiro della Russia gli stati in gara avrebbero dovuto essere 19) e voteranno anche Francia, Germania e Ucraina.

  1. Serbia – Tijana Bogićević – In Too Deep
  2. Austria – Nathan Trent – Running on Air
  3. Macedonia – Jana Burčeska – Dance Alone
  4. Malta – Claudia Faniello – Breathlessly
  5. Romania – Ilinca feat. Alex Florea – Yodel It!
  6. Paesi Bassi – O’G3NE – Lights and Shadows
  7. Ungheria – Joci Pápai – Origo
  8. Danimarca – Anja Nissen – Where I Am
  9. Irlanda – Brendan Murray – Dying to Try
  10. San Marino – Valentina Monetta & Jimmie Wilson – Spirit of the Night
  11. Croazia – Jacques Houdek – My Friend
  12. Norvegia – JOWST feat. Aleksander Walmann – Grab the Moment
  13. Svizzera – Timebelle – Apollo
  14. Bielorussia – NAVI – Story of My Life
  15. Bulgaria – Kristian Kostov – Beatiful Mess
  16. Lituania – Fusedmarc – Rain of Revolution
  17. Estonia – Koit Toome & Laura – Verona
  18. Israele – Imri Ziv – I Feel Alive

Finale

Si svolgerà il 13 maggio 2017 alle 21:00 CEST; gareggeranno i 10 Stati qualificati durante la prima semifinale, i 10 Stati qualificati durante la seconda semifinale e i 6 finalisti di diritto, per un totale di 26 Stati. Il 14 marzo 2017, a seguito di un’estrazione, è stato deciso che l’Ucraina, lo Stato organizzatore, avrebbe cantato al ventiduesimo posto.

  1. Francia – Alma – Requiem
  2. Germania – Levina – Perfect Life
  3. Italia – Francesco Gabbani – Occidentali’s Karma
  4. Regno Unito – Lucie Jones –  Never Give Up on You
  5. Spagna – Manel Navarro – Do It for Your Lover
  6. Ucraina –  O.Torvald – Time

L’Italia all’Eurovision

L’Italia è tra i paesi fondatori dell’Eurovision Song Contest, che si ispira al Festival di Sanremo. Ha vinto la competizione due volte: la prima volta nell’edizione 1964 svoltasi a Copenaghen con l’allora sedicenne Gigliola Cinquetti e la canzone Non ho l’età (per amarti), la seconda nel 1990 a Zagabria con Toto Cutugno e la canzone Insieme:1992. A seguito di queste vittorie l’Italia ha acquisito il diritto di organizzare l’edizione successiva della manifestazione, precisamente l’edizione 1965 a Napoli, e l’edizione 1991 a Roma.Eurovision 2017

Gigliola Cinquetti Eurovision 1964
Gigliola Cinquetti, 16 anni, Eurovision 1964
Toto Cutugno
Toto Cutugno, Eurovision 1990

La RAI, dopo il 1997, ha interrotto la sua partecipazione all’Eurovision Song Contest e ne ha sospeso anche la trasmissione. L’UER, il 2 dicembre 2010, ha annunciato il ritorno dell’Italia all’Eurovision Song Contest 2011 dopo 14 anni dall’ultima partecipazione.

A causa di tale lunga assenza, l’Italia è il membro dei “Big Five” che conta all’attivo meno partecipazioni: solo 43 contro le oltre 50 degli altri quattro Paesi. Da quando è tornata, è arrivata per quattro volte nella Top 10 con due podi nel 2011 e 2015.

Quest’anno colui che ci rappresenta è il vincitore della scorsa edizione del festival di Sanremo, Francesco Gabbani con la sua irriverente Occidentali’s Karma. Sperando che gli italiani abbiano visto oltre il ritornello e il balletto, è una critica intelligente espressa in modo canzonatorio. Sicuro è che se ti entra in testa non esce facilmente grazie ai suoi toni spensierati e allegri.

Gabbani a Sanremo
Gabbani e la sua simpatica scimmia a Sanremo

La prima semifinale ci ha regalato un’anteprima dello show con cui rappresenterà l’Italia a Kiev in Ucraina, da dove ha lanciato il suo Fan Club ufficiale, il GabbaCLUB. Intanto, in Italia, spopola il nuovo singolo “Tra le granite e le granate”, tratto dall’album “Magellano”. Eurovision 2017 Eurovision 2017 Eurovision 2017 Eurovision 2017

Godetevi anche il video della nuova canzone

 

LASCIA UN COMMENTO