Home Concerti Eurovision Song Contest 2019: il più grande festival della musica sta per...

Eurovision Song Contest 2019: il più grande festival della musica sta per partire

11
0
CONDIVIDI
Eurovision kermesse musica

Eurovision kermesse musica

La 64° edizione dell’Eurovision Song Contest sta per iniziare

L’Eurovision Song Contest ritorna per la 64° edizione dal 14 al 18 maggio . Per questo 2019 si prevedono numerosi ospiti e cantanti piuttosto promettenti. Quest’anno a rappresentare l’Italia sarà il giovane italo-egiziane Mahmood, vincitore del Festival di Sanremo di quest’anno con il suo brano “Soldi”. Eurovision kermesse musica

1956: nasce la più famosa kermesse della musica internazionale

Che cos’è l’Eurovision ? Festival della musica internazionale nato nel 1956 in Svizzera. È tra gli eventi più importanti di ogni anno, sostenuto dai membri dell’Unione Europea di radiodiffusione (UER). L’Eurovision Song Contest aveva e ha tutt’ora come obiettivo quello di unire diverse nazioni con un tema comune: la musica. Ispirato al già noto Festival di Sanremo e puntando dunque ad una gara canora tra i partecipanti, il primo Eurovision viene organizzato il 24 maggio 1956 in Svizzera, precisamente a Lugano. Parteciparono all’evento sei paesi : Italia, Paesi Bassi, Svizzera, Belgio, Germania Ovest, Francia e Lussemburgo. La prima edizione fu un successo clamoroso e furono tanti i paesi che aderirono all’evento musicale (Regno Unito, Danimarca, Austria ecc…). Eurovision kermesse musica

Eurovision

Slogan e Location

Raggiungendo la sua 64° edizione, l’Eurovision è il più grande evento di musica dal vivo in tutto il mondo che unisce quasi 200 milioni di persone nel mese di maggio. Quest’anno l’Eurovision si svolgerà a Tel Aviv in Israele, poiché nel 2018 è stata Netta Barzilai a ottenere la vittoria con la canzone “Toy”. L’evento, che vede come produttori esecutivi dal 2018 Zivit Davidovitch e Yuval Cohen, ha un nuovo slogan: “Dare to dream”, in italiano “Osa sognare”. Eurovision kermesse musica

Netta Barzilai

Florian Weider e l’arte come “tradizione”

La scenografia sarà di  Florian Weider, grande designer e realizzatore di numerose altre opere di stile all’Eurovision: “Credo che l’ispirazione principale sia chiara: è il triangolo della stella di David. Ma ci sono altre ispirazioni nascoste: c’è un muro che si apre, e ci sono 12 colonne, dettaglio che simboleggia le dodici tribù di Israele”. Saranno dunque tante le possibilità di personalizzazione di ogni esibizione: pannelli composti da triangoli luminosi potranno alzarsi e abbassarsi, schermi di sfondo mobili avranno la potenzialità di ruotare (comparendo e scomparendo) dando spazio a un muro luminoso, e la scenografia attorno al palco centrale riuscirà a spostarsi per creare prospettive diverse.

Palco Eurovision

Come si svolgerà l’Eurovision 2019

Bar Rafaeli (supermodella israeliana) condurrà l’Eurovision 2019 insieme a  Erez Tal (conduttore della precedente edizione). L’Eurovision Song Contest è diviso in due semifinali (ognuna composta da 18 stati partecipanti) e una finale. La prima semifinale è prevista per il 14 maggio 2019 alle ore 21:00 CEST, la seconda invece per il 16 maggio allo stesso orario. La finale invece si svolge il 18 maggio 2019, ore 21:00 CEST, con i dieci qualificati della prima semifinale, i dieci qualificati della seconda semifinale e i sei finalisti di diritto per un ammontare di 26 Stati.

Svolgimento e selezioni

La selezione dei partecipanti avviene tramite le emittenti televisive dei rispettivi Stati: in Italia, ad esempio, il rappresentante viene decretato in seguito al Festival di Sanremo. Hanno diritto all’accesso alla fase finale della gara le “Big Five”, ovvero il paese ospitante e quei paesi che sostengono di piu tra tutti UER (Italia, Regno Unito, Francia, Germania e Spagna). In finale, accedono 26 cantanti (25 nel caso in cui l’ospitante sia uno dei Big Five) che si esibiranno in un arco di tre ore. Il conteggio dei voti avviene in diretta, a differenza delle semifinali. Una volta scelto il vincitore, quest’ultimo riceve il premio dal vincitore dell’edizione precedente. L’eredità di questa vittoria – oltre al trofeo – è quella di ospitare, per l’anno seguente, l’Eurovision nel proprio paese. Eurovision kermesse musica

Gli Stati partecipanti

Nel 2019, sono 42 gli Stati che partecipano all’Eurovision: Albania, Armenia, Australia, Austria, Azerbaigian, Belgio, Bielorussia, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Georgia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Israele, Italia, Lettonia, Lituania, Macedonia del Nord, Malta, Moldavia, Montenegro, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Russia, San Marino, Serbia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Ucraina e Ungheria. Eurovision kermesse musica

 

Continuate a seguirci su Musicaccia 

LASCIA UN COMMENTO