Home Artisti emergenti Marko Geko: “sogno di essere ricordato dalle persone per la mia musica”

Marko Geko: “sogno di essere ricordato dalle persone per la mia musica”

1862
0
CONDIVIDI
geko bandolero singolo

Marko Geko, nome d’arte di Marco Consoli è un giovane rapper/trapper Catanese classe 94′. geko bandolero singolo

Conosciamolo meglio… geko bandolero singolo

Geko ha sempre avuto l’amore per la scrittura cosa che è riuscito a sposare con il genere rap, tanto in voga negli ultimi anni tra i giovani artisti e fa il suo ingresso nella scena musicale solo 4 anni fa con due pezzi ormai scomparsi dal “tubo” per poi riapparire nel gennaio 2017 con un pezzo tutto nuovo che lo ha mostrato al pubblico.

geko bandolero singolo

Il brano in questione è MammaMarijuana un pezzo che non si può definire trap ma musicalmente orecchiabile come questo genere ormai davvero il più ascoltato sopratutto dai giovanissimi.

A ottobre 2017 inaugura “L’INFERNUS STUDIO” e apre l’etichetta indipendente INFERNUS LABEL e proprio a ottobre conosce e diventa super amico del suo attuale beatmaker Gianluca Puglisi (JayHell) con il quale lavorerà a “BANDOLERO” che conta in un mese e mezzo ben 30K su YouTube.

geko bandolero singolo

Il nome Geko è stato scelto dopo la morte del padre avvenuta quando Marco aveva solo 14 anni. Il geco è un simbolo che indica adattabilità, sopravvivenza, resistenza verso gli ostacoli della vita.

L’intervista per #Musicaccia geko bandolero singolo

Da dove prendi spunto per la tua musica?

BELLA DOMANDA, beh ho il brutto vizio di scrivere sempre quello che mi passa per la testa o di fare freestyle dandomi argomenti che mi rimbombano in testa, poi ragazzi chiunque su un beat di JayHell trova ispirazione! 

Cosa sognavi di diventare da bambino? Volevi già essere un cantante? 

Da piccolo ho sempre avuto il desiderio di essere ricordato dalle persone, non mi importava il modo. Si, ho spesso sognato di fare il cantante e continuo a sognarlo ancora adesso.

Quanto influiscono i social nella vita di un ragazzo che come te vuole diventare famoso?

Tantissimo, purtroppo tantissimo, e spesso questo porta la gente a fare cose ridicole anche se divertenti, questo porta ad essere più personaggi che persone.

Hai progetti per il futuro? Se si, ci dici quali?

Forse qualcuno del mio team ora si arrabbierà però a me piace essere sincero, quindi devo risponderti Si, abbiamo in progetto una raccolta di pezzi con probabile uscita inizi 2019 con all’interno più di una sorpresa, ci saranno collaborazioni, e sarà interamente prodotto da JayHell e Bandolero (nome d’arte di Francesco Saglimbene, omonimo con l’ultimo pezzo uscito di Geko) per il momento non posso dirvi altro su questo progetto però posso dirvi che nel frattempo usciranno altri pezzi al di fuori del progetto come il prossimo che uscirà a breve dal titolo “BYE BYE”.

Parlaci del tuo ultimo lavoro: com’è nato e cosa significa per te?

“Bandolero” è nato dal nulla, un giorno giravo tra le storie di Instagram e ho iniziato a vedere che alcuni colleghi parlavano di cose che non si accostavano alla realtà della loro vita, così scrissi senza nemmeno il beat il ritornello (che poi cantó JayHell per debuttare con stile nella scena) e non avete idea delle liti in studio con Luca e con Danilo (Danilo Salici è colui che si occupa di tutta la parte riguardante mix e master) perché non riuscivamo a far suonare il ritornello ma poi Gianluca al solito con le sue magie ha fatto in modo che questo potesse accadere.

Per me questo brano significa rinascita, una svolta. Non mi aspettavo queste views, noi eravamo molto auto-critici ma siamo davvero soddisfatti ecco perché adesso stiamo lavorando a nuovi pezzi qualitativamente migliori in tutto.

Mi sto impegnando e non vedo l’ora di dimostrarlo a tutti.

Musicaccia.com

LASCIA UN COMMENTO