L’attrice e cantante italiana Asia Argento è stata una delle prima donne ad accusare pubblicamente Harvey Weinstein di violenza sessuale aprendo un caso mediatico di enormi dimensioni che ha coinvolto donne e uomini dello spettacolo del mondo intero. asia argento violenza sessuale

L’anno scorso la donna ha raccontato al periodico New Yorker che il potente produttore di Hollywood l’aveva violentata durante il Festival di Cannes del 1997, quando lei aveva soltanto 21 anni e che per paura di aver ostacolata la sua carriera si limitò a parlarne con le amiche più vicine a lei ma non fece mai una denuncia. asia argento violenza sessuale

Asia Argento senza paura asia argento violenza sessuale

Alla cerimonia di chiusura del Festival di Cannes del 2018, parla ancora una volta Asia Argento, dando prova di un grande coraggio.  La cerimonia di premiazione finale di Cannes (qui potete vedere il video) è stata importante non solo per i premi che ha assegnato, tra cui quello al miglior attore conferito al film Italiano Dogman, ma anche per il discorso dell’Argento che torna a parlare della donna e delle molestie subite nel privato e nello specifico, nel mondo dello spettacolo.

Dopo la sua denuncia c’è stata una vera catena solidale di altre donne, più o meno famose, che hanno denunciato gesti del calibro del produttore.

asia argento violenza sessuale

Comincia così…

“Nel 1997 sono stata stuprata da Harvey Weinstein qui a Cannes, avevo 21 anni. Il festival era il suo terreno di caccia” ha dichiarato l’attrice nel suo discorso.

asia argento violenza sessuale

Weinstein era lì al festival per presentare il suo film B Monkey e uno dei produttori l’aveva invitata ad una festa in un hotel vicino. Una volta arrivata all’hotel, Asia ha scoperto che non c’era nessuna festa ma c’era solo Harvey Weinstein ad aspettarla in una camera pronto ad avere con lei un approccio fisico.

Perfino stasera, fra di voi, siedono coloro che devono rendere conto del loro comportamento nei confronti delle donne, che non può essere tollerato in questa o in nessun’altra industria. Sapete chi siete, ma soprattutto noi sappiamo chi siete e non vi permetteremo più di cavarvela così”. Continua la figlia del regista Dario Argento.

Applausi e tanta commozione per una donna forte che ha scelto, seppur dopo tanti anni, la strada della battaglia per la tutela della donna.

 

Seguiteci su Musicaccia.com

FONTE: SegretoDonna

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui