Home News Amore che torni: i Negramaro un po’ Cremonini, un po’ Stato Sociale

Amore che torni: i Negramaro un po’ Cremonini, un po’ Stato Sociale

3504
0
CONDIVIDI
Negramaro Nuovo Album Critica

La band torna con un nuovo album, “Amore che torni”, dalle sonorità classic Negramaro con influenze elettroniche. L’esperimento è riuscito?Negramaro Nuovo Album Critica

A pochi giorni dalla notizia delle loro divergenze creative, esce il nuovo album, frutto proprio di quella separazione.Negramaro Nuovo Album Critica

Giuliano Sangiorgi ha dichiarato infatti che la monotonia, mesi fa, li aveva portati ad una scissione interna e conseguentemente ad una “fuga a New York” del cantante per trovare nuova linfa.

Frutto di questa crisi interna è proprio l’album uscito oggi, “Amore che torni”.Negramaro Nuovo Album Critica

Già il titolo è emblematico dell’intero concept, e di quello che è lo stile utilizzato.

UN RITORNO AL VECCHIO AMORE

Non un cambiamento radicale di forma, infatti, ma un “ritorno” all’amore passato, ai vecchi Negramaro, al vecchio sound.

La Band di Sangiorgi torna al rock e alla sfumatura tutta “italiana” che li contraddistingueva già a partire da Casa ’69.Negramaro Nuovo Album Critica

Chitarra molto ritmata, bassi e batteria a scandire il tempo e la potenza della voce di Giuliano che porta l’ascoltatore a fluttuare tra le emozioni del cantante.

Ci si innalza negli acuti potenti e si scende in picchiata tra i sussurri di strofe accennate dalla poesia unica come il sound dei ritornelli.

Negramaro Nuovo Album Critica

UN AMORE CHE TORNANegramaro Nuovo Album Critica

“A volte può sembrare che tutto sia finito. Un attimo dopo ti guardi le mani, le sollevi al cielo e copri le nuvole: affferrandole, le riporti in giù, nascondendole dietro la schiena.

Fino al prossimo sole, fino al suo imbrunire, per vedere meglio le stelle e rassicurarle che domani sarà ancora un nuovo inizio”

Dopo un percorso di vita, è impossibile però tornare a pieno a quello che è il passato, perchè volente o nolente la strada percorsa ha cambiato tutto.

Allo stesso modo, il rock puro dei Negramaro si è “sporcato” con la nuova tendenza all’elettronica della musica indie italiana, fino a diventare, in un paio di casi, eccessivo.

In generale però, il sound moderno eppure decisamente improntato sul loro stile personale, è un grande esempio di come una band consolidata possa trovare nuovi spunti creativi per comunicare gli stessi sentimenti di sempre, ma rinnovati.

COSA C’E’ DI MARCIO?

Dai Negramaro non possiamo parlare di lievi errori, perchè ogni errore, nel loro caso, è un abisso.Negramaro Nuovo Album Critica

Un abisso tra la qualità altissima di capolavori come “Fino all’imbrunire” e l’autotune che scartavetra la voce perfetta già al naturale, de “L’ultima volta” (che speriamo sia anche una promessa).

Ancora un abisso quello tra la ballata senza imperfezioni di “Amore che torni” e la versione ritrita di “New York e nocciola” sulla falsa riga di “La Nuova Stella di Broadway” di Cremonini.

Un abisso proprio perchè tutto quello che circonda questi errori, è estremamente alto.

L’album infatti, al di là della indiscussa poesia dei testi e dell’intensità del canto di Giuliano Sangiorgi, sfocia in imitazioni maldestre del pop più moderno e l’imitazione, si sa, se la riserva solo chi non ha più nulla da aggiungere al mercato e si da a programmi trasversali alla vera musica.

Non essendo questo il caso di “Amore che torni”, vi consigliamo di ascoltarlo e di godervelo a pieno, con occhi, orecchie e cuore aperto. (Saltate magari qualche canzone o fate finta di non averla mai sentita)

Continuate a seguire le Nostre Recensioni su Musicaccia

Negramaro Nuovo Album Critica

LASCIA UN COMMENTO