Home News Vinile in alta definizione? Ma perché?

Vinile in alta definizione? Ma perché?

889
0
CONDIVIDI
opinione vinile alta definizione

Anche il classicissimo disco in vinile, oggetto vintage per eccellenza, si sta per adattare al digitale. Iniziate a dire addio alla perfetta imperfezione del suo suono perché dal 2019 arriveranno i vinili HD. opinione vinile alta definizione

Cosa sta succedendo? opinione vinile alta definizione

Sembra che, l’azienda australiana Rebeat Innovation, abbia trovato tutti i finanziamenti necessari per poter dare il via al progetto, una cifra di ben 4,8 milioni. Il fondatore e CEO, Günter Loibl, ha dichiarato a Pitchfork che il nuovo formato potrebbe raggiungere i negozi di dischi già dall’estate del prossimo anno. opinione vinile alta definizione

Come ha dichiarato l’azienda il disco HD in vinile “offre una qualità dell’audio migliore, una frequenza di risposta più alta, il 30% in più di tempo di riproduzione e il 30% in più di ampiezza rispetto alle attuali registrazione su vinile” opinione vinile alta definizione

La buona notizia è che a quanto pare, questa nuova generazione di vinili potrà essere riprodotta tramite gli attuali giradischi: non sono un formato nuovo, bensì un miglioramento di quello già esistente e quindi non serve un altro dispositivo.

opinione vinile alta definizioneMa ne abbiamo davvero bisogno?

In un’epoca in cui la qualità audio, in più che alta definizione, possiamo trovarla sui nostri smartphone, che senso ha modificare geneticamente un prodotto che non è di certo tornato di moda per la qualità del suo suono?

Come ben sapete i dischi in vinile sono tornati di prepotenza sul mercato e si stanno sostituendo ai CD. Tutti gli artisti che, negli ultimi tempi, stanno uscendo con dischi nuovi producono tutti su vinile.

Se i CD, che senza dubbio avevano la caratteristica di avere una qualità audio migliore, sono scomparsi un motivo ci sarà. Insomma, se voglio ascoltarmi una canzone e sentirla alla perfezione apro Spotify et similia e sono felice così. Chi sceglie di comprare un disco in vinile lo fa per la particolarità del suono, se voglio ascoltare brani in HD non ho bisogno di spendere le alte cifre dei dischi.

È anche vero che tutti i vinili che gli amanti della musica hanno a casa non verranno toccati, dato che, per ora, ringraziando il cielo, continueranno ad essere riproducibili. Ma in futuro cosa succederà?

L’anno prossimo usciranno gli HD, tra 4 o 8 anni i vecchi e classici formati non verranno più prodotti, quindi usciranno nuovi dispositivi di riproduzione sempre più all’avanguardia.

Ergo tutto “il vecchio” che già possediamo diventerà sempre più obsoleto e più difficile da riprodurre. Come accade con i vecchi modelli di smartphone, non puoi scaricare gli aggiornamenti recenti e sei costretto a cambiarli. Visione futura catastrofica ma non lontana dalla realtà dei fatti.

Quale sarà il prossimo passo per abbattere la musica? Concerti solo in diretta streaming per evitare la confusione e il dispendio di soldi?

Continuate a seguirci su Musicaccia e sulla nostra pagina Facebook

LASCIA UN COMMENTO