Home News Fioccano già le lacrime a X Factor 11

Fioccano già le lacrime a X Factor 11

1537
0
CONDIVIDI
Recensione prima puntata X Factor

L’attesa per il talent, arrivato alla sua undicesima edizione, più amato della tv italiana è finita. Ieri è andata in onda su Sky Uno la prima puntata di audizioni (le prossime due saranno giovedì 21 e giovedì 28).

L’esordio di Levante e il ritorno di Mara

Tra i giudici di questa attesissima edizione aspettavamo di vedere l’esordio di Levante e il ritorno della mitica Mara Maionchi. Nessuna delle due ha deluso in questa prima ondata di audizioni.

Levante ha dimostrato di avere il giusto intuito per il vero talento, anche se ci sarebbe da ridire sull’entusiasmo che avuto in seguito all’esibizione di Noemi Cannizzaro, la busker che ha lasciato tutti perplessi con i suoi struggenti vocalizzi da pugno allo stomaco, un po’ come la cantante dei Diana Lou della scorsa edizione, ma Levante si è commossa lo stesso.

Mara Maionchi, beh non c’è molto da dire perché Mara è Mara e tra il bancone dei giudice di X Factor ci era mancata tantissimo. Senza peli sulla lingua, la battuta sempre pronta e soprattutto i giudizi sempre azzeccati frutto di un’ eccellente esperienza discografica.

Mara in questa edizione ha deciso di affrontare la difficile lotta contro i testi in inglese in difesa della storica tradizione cantautorale italiana. Davvero tragicomico il siparietto che ha preceduto l’esibizione della band The Noiserz che nonostante tutto sono comunque riusciti a convincere la nostra Mara Nazionale.

Fedez e Manuel sempre bravi ma un po’ monotoni

Per quanto riguarda i già collaudati Fedez e Manuel Agnelli assolutamente nulla di nuovo, Fedez sempre obbiettivo e sempre alla ricerca del perfetto discepolo che riesca a sfondare le classifiche.

Manuel, sempre pungente e senza troppi sorrisi, invece continua a promuovere gli outsider, per intenderci, le anime fuori dal comune che riescono ad esprimersi solo con il loro talento. Dei veri cantanti che non hanno bisogno di stare al primo posto su iTunes per dimostrare di essere bravi, un po’ come Manuel stesso.

Troppe storie drammatiche

Per le prossime due ondate di audizioni ci auguriamo di vedere meno storie struggenti di molti concorrenti, alcuni non avrebbero bisogno di raccontare tutte le disgrazie della loro vita per ottenere quattro si, per esempio Samuel Storm o Sophia Rita Eugenia Bellanza.

In altri casi invece la loro brutta storia storpia completamente il giudizio che meriterebbero veramente come ad esempio il caso di Andrea Uboldi che ha raccontato delle parole bellissime nel suo rap anche se la sua tecnica nel farlo è stata praticamente inesistente.

Tutti i Si

Vediamo più da vicino chi sono stati i dieci papabili concorrenti di questa nuova edizione che hanno ricevuto i si necessari per accedere alla fase successiva, ovvero i bootcamp.

Einar Ortiz – Under Uomo – 4 Sì

Maneskin – Gruppo – 4 Sì

Camille Cabaltera – Under Donna – 4 Sì

The Noiserz – Gruppo – 4 Sì

Noemi Cannizzaro – Over – 3 Sì (No di Fedez)

Andrea Uboldi – Under Uomo – 4 Sì

The Heron Temple – Gruppo – 4 Sì

Samuel Storm – Under Uomo – 4 Sì

Alessandra Vedovato – Under Donna – 4 Sì

Sophia Rita Eugenia Bellanza – Under Donna – 4 Sì

LASCIA UN COMMENTO