Home News No.6 collaborations project: il “non ufficiale” album di Ed Sheeran

No.6 collaborations project: il “non ufficiale” album di Ed Sheeran

7
0
CONDIVIDI
Sheeran featuring recensione feat

Nuovo album?Sheeran featuring recensione feat

Un nuovo album in studio di Ed Sheeran? Non è esattamente così. “No.6 collaborations project” non si propone come il seguito di  “÷” (2017), ma in un certo senso è la ripresa di un suo vecchio EP pubblicato nel 2011, quando ancora Ed Sheeran stava cercando una casa discografica con cui collaborare. In quell’Ep, “No.5 collaborations project”, Sheeran radunò in studio di registrazione una manciata di artisti che proprio come lui stavano provando a farsi strada nel Regno Unito per dare vita a un vero e proprio disco collaborativo. Era un album dove si metteva in primo piano la passione degli artisti, uniti dalla speranza di voler sfondare nel mondo della musica. Senza saperlo anticipò una delle tendenze della discografia nell’era dello streaming, quella dei dischi pieni zeppi di featuring.Sheeran featuring recensione feat

“Collaborations project”

Con questo album, Ed Sheeran, ritorna in quel passato modo di pensare: oggi, però, non è quel giovane cantante rosso di Halifax, ma un cantautore navigato che conta centinaia di milioni di fan. Ogni sua singola mossa, compresa la pubblicazione di un disco “laterale” rispetto alla discografia da studio, come lo è questo “No.6 collaborations project”, genera non poche aspettative. Essendo un disco “non ufficiale”, Ed Sheeran, si sbizzarrisce con un pò di tutto: hip-hop, musica latina, pop, rap, rock, elettronica. Si guardi, ad esempio, la lista dei featuring:  si va da giganti dell’hip hop old school come Eminem e 50 Cent a nuove stelle del genere come Chance the Rapper e PnB Rock o Khalid, passando per big del pop-rock internazionale come Bruno Mars o Justin Bieber, superstar della console come Skrillex e voci come quella di Ella Mai o Yebba. Sheeran featuring recensione feat

Sheeran featuring recensione feat

Internazionale

“No.6 collaborations project” rappresenta quello che è adesso Ed Sheeran, una pop-star internazionale, capace di coniugare, anche senza impegnarsi, nomi di artisti internazionali completamente opposti al suo genere, e creare qualcosa. Forse non sarà come i suoi album precedenti, forse non sarà memorabile, ma il cantante rosso si afferma per quello che è, ovvero uno dei massimi portavoce della musica mondiale; lui lo sa e se lo può permettere.

Tracklist

01. Beautiful People (feat. Khalid) – (03:17)
02. South of the Border (feat. Camila Cabello & Cardi B) – (03:24)
03. Cross Me (feat. Chance the Rapper & PnB Rock) – (03:26)
04. Take Me Back to London (feat. Stormzy) – (03:09)
05. Best Part of Me (feat. YEBBA) – (04:03)
06. I Don’t Care (with Justin Bieber) – (03:39)
07. Antisocial (with Travis Scott) – (02:41)
08. Remember The Name (feat. Eminem & 50 Cent) – (03:27)
09. Feels (feat. Young Thug & J Hus) – (02:30)
10. Put It All on Me (feat. Ella Mai) – (03:17)
11. Nothing On You (feat. Paulo Londra & Dave) – (03:20)
12. I Don’t Want Your Money (feat. H.E.R.) – (03:24)
13. 1000 Nights (feat. Meek Mill & A Boogie Wit da Hoodie) – (03:32)
14. Way To Break My Heart (feat. Skrillex) – (03:10)
15. BLOW (with Chris Stapleton & Bruno Mars) – (03:29)
Sheeran featuring recensione feat
Continuate a seguirci su Musicaccia

LASCIA UN COMMENTO