Home News The Lumineers e le loro ”storie” inedite

The Lumineers e le loro ”storie” inedite

50
0
CONDIVIDI
lumineers recensione album III

Tanti suoni e ”piccoli” racconti

Rock acustico, pop e folk hanno costruito fin dagli albori il sound dei Lumineers sin da “Ho hey“, la canzone che nel lontano 2012 vide Wesley Schultz e soci prendersi un bel po’ di soddisfazioni. in termini di successo. Sono passati sette anni, nel mondo, e nella discografia, sono cambiate moltissime cose, eppure il sound dei Lumineers resta sempre quello classico e cristallino del loro album d’esordio. “III“, che arriva dopo “Cleopatra” del 2016, ha una struttura interessante: il nuovo disco del gruppo. del Colorado si divide in tre mini Ep, ognuno incentrato su un personaggio di una famiglia fittizia, gli Sparks, abbracciando così la storia di tre generazioni.lumineers recensione album III

lumineers recensione album III

L’album è stato anticipato dalle canzoni “Gloria” e “It wasn’t easy to be happy for you“, il primo tratto dall’Ep “Gloria Sparks” (dal nome di uno dei tre personaggi) e il secondo da “Junior Sparks” (secondo personaggio). La produzione è di Simone Felice, membro della band folk rock e country newyorkese dei Felice Brothers. Alle registrazioni delle canzoni hanno partecipato anche la violinista Lauren Jacobson, il pianista Stelth Ulvang, il bassista Byron Isaacs e il polistrumentista Brandon Miller. Il sound è fedelissimo a quello che è il marchio di fabbrica dei Lumineers. Chitarre, cori, melodie che ti lasciano dentro qualcosa non vanno più via.: un disco perfetto per un viaggio on the road, come nel migliore dei road movie.lumineers recensione album III

lumineers recensione album III

Storie di una vita

Le storie narrate trattano situazioni molto vicine al cantante Wesley Schultz. Il primo capitolo, dedicato “Gloria Sparks., è stato ispirato da un membro della famiglia di Schultz. “Gloria è una tossicodipendente e neppure l’amore avrebbe potuto redimerla, salvarla. Ora è senza casa da oltre un anno. Amare un tossicodipendente è come stare in piedi tra le onde che si infrangono, cercando di piegare la volontà del mare”. I capitoli successivi si concentrano sul nipote di Gloria, Junior Sparks. e sulla straziante storia di suo figlio Jimmy Sparks (terzo capitolo), che lo vede perdere il controllo a causa della tossicodipendenza, l’abuso di alcol e la violenza dopo la morte della moglie. Ogni canzone del nuovo album dei Lumineers è accompagnata da un video musicale che racconta la storia delle tre generazioni della famiglia Sparks.lumineers recensione album III

Tracklist

#1

01. Donna (03:05)
02. Life In The City (03:51)
03. Gloria (03:36)

#2

01. It Wasn’t Easy To Be Happy For You (03:34)
02. Leader Of The Landslide (05:54)
03. Left For Denver (03:16)

#3

01. My Cell (03:16)
02. Jimmy Sparks (05:55)
03. April (00:50)
04. Salt And The Sea (04:30)

#4

01. Democracy – Bonus Track (06:44)
02. Old Lady – Bonus Track (04:17)
03. Soundtrack Song – Bonus Track (02:01)
Continuate a seguirci su Musicaccia

LASCIA UN COMMENTO