Home News Il ritorno dei Muse con Thought Contagion è un triste revival anni...

Il ritorno dei Muse con Thought Contagion è un triste revival anni ’80

721
0
CONDIVIDI
Thought Contagion nuovo brano Muse

Dopo tre anni dalla pubblicazione dell’album Drones, i Muse sono tornati con un nuovo singolo. Dopo l’annuncio sui social di qualche giorno fa, è ufficialmente uscito Thought contagion. Thought Contagion nuovo brano Muse

La strana strategia dei Muse

Nel corso del 2017 i Muse, dopo la pubblicazione del brano Dig Down, ci avevano illuso su un possibile nuovo album. La notizia è stata subito smentita dalla band stessa la quale, in una dichiarazione rilasciata, ha chiaramente detto che non ci sarebbe stato nessun album imminente. Questa scelta a quanto pare è stata dettata dal fatto che secondo loro, giustamente forse, il mercato discografico è cambiato, nessuno compra più dischi.

“Credo che l’industria musicale sia cambiata moltissimo da quando abbiamo iniziato, sicuramente da quando abbiamo pubblicato il nostro primo disco”, ha spiegato Wolstenholme: “Benché negli ultimi cinque o sei anni lo streaming sia diventato il mezzo principale attraverso il quale la gente ascolta musica, credo che questo fenomeno abbia influenzato il modo in cui la gente la ascolta, la musica”

Dunque cosa stanno combinato Bellamy e friends? Da altre dichiarazioni quello che abbiamo capito è che per il momento usciranno solo alcuni singoli, Dig Down l’anno scorso, Thought contagion ora e in futuro chi lo sa, e forse solo alla fine racchiuderanno tutto sotto il nome di un unico lavoro.

Vediamo da vicino il video di Thought contagion

Il brano purtroppo non è nulla di originale, la band già con Drones, ha deciso di ritornare al loro sound originale, anche se è rimasto comunque un po’ contaminato dagli sperimentalismi di The 2nd Law.

L’ambientazione del video è molto anni ’80, un mix tra Stranger Things e Thriller di Michael Jackson. Il protagonista viene risucchiato in un mondo parallelo mentre gioca, la ragazza che lo attira in realtà si rivela una sorta di vampiro (forse i Muse volevano omaggiare il loro passato dei tempi di Twilight?) che verso la fine morde in protagonista, un morso accompagnato con un effetto di sangue schizzato copiato dai film horror con basso budget.

Thought Contagion nuovo brano Muse

A questo punto del video inizia il momento Michael Jackson in Thriller, qui il nostro protagonista inizia a ballare insieme agli altri posseduti. Thought Contagion nuovo brano Muse

Insomma, niente di particolarmente avvincente ma i Muse restano comunque i Muse. Per i prossimi singoli speriamo qualcosa in più.

Continuate a seguirci su Musicaccia

 

LASCIA UN COMMENTO