Meno male che siamo dei bomber…Trash Marini Bobo Vieri 

Fino a qualche giorno fa non pensavamo di assistere a tale agonia, ma alla fine sono arrivati anche se con qualche ritardo. Eravamo impegnati a risolvere cose più importanti, come  un certo signor Coronavirus, ma alla fine queste cose sono come il raffreddore (strano gioco di parole, vero?), tornano sempre e comunque. Alla fine non diciamo più di tanto, anche perché fa bene una giusta dose d’ignoranza, ma allo stesso tempo è fantastico vedere quanto trash sopravvive anche nei momenti più “oscuri”. Questa volta arrivano , sBobo Vieri e Valeria Marini, che hanno dato vita a un’altra stagione di Vale Tutto. Covid o non covid, la voglia d’estate è troppo forte e di sicuro, difficilmente balleremo sul bagnasciuga e faremo l’occhiolino ai corpi seminudi e abbronzati, ma comunque ci proveremo grazie a loro. Trash Marini Bobo Vieri

“Essere Nazionali”

Ci vuole tanto coraggio nel presentarsi con questi tormentoni, sopratutto in questo sfortunatissimo 2020: c’è chi parla di giustizia, combatte per i propri diritti e del politicamente corretto, eppure noi non ci smentiamo mai e rimaniamo ancorati ad un passato ormai inesistente. Come già detto prima una dose giusta di ignoranza non fa mai male, ma pensandoci bene esiste. ignoranza e ignoranza: dov’è la qualità? Esiste anche in questo approccio musicale? Ebbene si, esiste la qualità anche nel prodotto trash più insulso che abbiate mai pensato che potesse esistere, e sapete come si fa a capirlo? Si chiama “originalità ignorante”.

Saper parlare di cose trash è un’arte per pochi, è un discorso (a suo modo) intelligente, e fa capolino. al nuovo marketing. intrattenitivo degli ultimi anni. L’Italia anche su questo rimane indietro, ancorandosi a roba sostanzialmente vecchia e per niente dissacrante e “ingiusta”, come deve essere veramente. L’Italia preferisce sfornare pezzi che ricordato le hit parade estive di anni e anni fa, senza rinnovarsi alla “Nuova Ignoranza” internettiana, senza proporre sonorità nuove e atteggiamenti nuovi; insomma, ancora rimaniamo nel giurassico. L’unica nota positiva? Bene, fa un po’ ridere (piangere è sottinteso), per questo alla fine lo accettiamo. Grazie Bobo Vieri e Valeria Marini, ma grazie al primo sopratutto che ci regala queste perle da “Una vita da bomber”

“Eppure la tua amica è la fine del mondo, se porti pure lei in trasferta vale doppio, dietro di me che fila c’è, ma sai com’è, questa è la vita del bomber”. Pensato un po’, ci sono persone che ci credono veramente.

Anche la Valeriona nazionale si butta a pesce sul reggaeton, proponendo un singolo che  inizia con “Baci stellari”, che non sai se è un a promessa o una minaccia. C’è la tromba, ci sono le frasi in spagnolo e, come nel caso del trio qui sopra, c’è la gioventù che passa e non torna più, obbligandoti a rincorrerla nel viale delle promesse disattese, che porta al tramonto. “Sono una chica loca con le stelle in bocca – facciamo boom”. Ma anche no.

 

Trash Marini Bobo Vieri

Continuate a seguirci su Musicaccia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui