In questi giorni una polemica impazza tra i social: Bernardini VS Laura Pausini. Ecco perchè siamo d’accordo con le presunte offese … pausini insulti

Bernardini VS Pausini pausini insulti

I social in questi anni sono sempre ricettacolo di polemiche, insulti e offese. pausini insulti
Per farne un esempio, l’edizione di quest’anno di Amici si è praticamente basata unicamente non sul talento ma sulle offese al “talento” dette via Social dai giudici.

Ma non è l’unico caso.
Ogni due per tre, un personaggio noto viene offeso pubblicamente, risponde e lì la sua schiera di fan insorge per creare una lotta che le Crociate in confronto erano una lite fra bambini.

Siamo così abituati a sentire offese che quando riceviamo una critica costruttiva in un italiano così corretto da essere non proprio immediato, la scambiamo immediatamente per l’insulto dell’anno, reagendo come se Simona Ventura dicesse a Morgan di essere un pessimo pianista. pausini insulti

Questo è quello che è successo ad una incattivita Laura Pausini e ad un costruttivo Bernardini.
Ma ecco la polemica, minuto per minuto.

Cosa è successo? pausini insulti

“Adoro Laura Pausini, la stimo come musicista e cantante, ma la sua ansia di sembrare up to date a tutti i costi a metà dei quaranta mi delude. È tempo di maturità, di dischi importanti senza compromessi, di cover immortaliamo. Basta ammiccamenti, sei una signora“. pausini insulti

Queste le parole del conduttore di Tv Talk, che, spiegate facilmente, vogliono far riflettere sulla linea musicale della Pausini:
la cantante infatti ha sfornato più Hit che canzoni d’autore negli ultimi anni, mantenendo il livello qualitativo delle canzoni sempre costante.
Questo per Bernardini e anche per noi, è un problema: quando una cantate come la Pausini si limita, per paura di non piacere al mercato, e non esplora nuovi ambiti più alti della musica, è davvero uno spreco. Vedere per credere

Ma ecco che la Pausini capisce l’opposto e crede che il “basta ammiccamenti” si riferisca all’estetica, più che alla musica (sempre per l’atteggiamento volto all’opinione del mercato di cui sopra) e replica

Che vergogna leggere una frase del genere da un uomo. Io sono così Massimo. Lo sono in casa come un tv. Canto frasi leggere come più profonde e mature. Mi vesto come una donna di qualsiasi età deve fare,perché è libera di farlo. Senza ammiccamenti. Trovo ingiusto questo commento”.

E poi ancora… pausini insulti

Da lì la replica “Che vergogna? Da un uomo? Ho sempre ascoltato la tua musica e seguito i tuoi concerti, il mio è un ragionamento critico a caldo mosso da profonda stima. Credo tu debba al tuo talento e al tuo pubblico di più. Parlo di ammiccamenti artistici, di repertorio. Di vestiti non so nulla”.

E la Pausini: “Nel mio repertorio ci sono anche canzoni di grande classe e con messaggi che non ammiccano a nulla, ma cercano un invito alla riflessione.
Sei stato leggero a scrivere queste parole pubblicamente visto che ci conosciamo e sai bene che i social portano polemiche. Ascolta il disco”.

Quindi, la contro-replica:
“Riascolterò di certo il disco, che ho dal giorno di uscita sul mio IPhone. Ma ho la presunzione che la mia insignificante puntura di spillo, di fronte a un’artista dalla carriera imponente come la tua, possa servire. Lasciami sognarti ancora più grande“.

Insomma, la Pausini di certo, le critiche, non le sa prendere proprio nè bene, nè con classe nè con sportività.
Ha sviato l’argomento prima sul fisico e poi dietro lo scudo di vittimismo di chi mostra un’ingenuità più falsa della pace Arisa-Levante.

Per tutte le novità, seguiteci su Musicacciapausini insulti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui