La 69ª edizione edizione del Festival di Sanremo, non è iniziata nel migliore dei modi. La prima serata ha registrato un calo negli ascolti rispetto alla passata edizione. Sanremo duetti Baglioni

Allora meglio ricorrere ai ripari per la seconda serata. In che modo? La kermesse ha pensato bene di risollevare la situazione con il canto.

baglioni

Ma non è una gara canora? Normale che il canto la faccia da protagonista, meno normale è che la musica protagonista sia quella del direttore artistico Claudio Baglioni.

Ebbene si, il Festival di sanremo ha pensato di risollevare gli ascolti proponendoci, tra un’esibizione e l’altra dei concorrenti, le performance canore di Baglioni. Sanremo duetti Baglioni

Claudiocentrismo Sanremo duetti Baglioni

La serata parte bene, con una classica esibizione di Baglioni accompagnata da una coreografia stile black bloc, sulle note della canzone Noi no.

“Baglion che move il sole e le altre stelle”, verrebbe da dire citando Dante Alighieri, in una versione rivisitata in chiave baglionana della sua CommediaSanremo duetti Baglioni

Infatti, poco dopo, la situazione inizia un po’ a degenerare facendoci assistere ad un Festival di Sanremo in cui il protagonista sembra essere diventato unicamente Baglioni.

Infatti nel corso della serata il dirottatore artistico ci allieterà con altre canzoni di repertorio come Signora Lia, Porta Portese e Tu come stai, interpretata in duetto con Claudio Bisio, in un mal riuscito sketch ironico sulla punteggiatura.

baglioni raffaele

Non viene risparmiata nemmeno Virginia Raffaele che duetta col direttore artistico sulle note di Uno che suona il pianoforte, in omaggio a Lelio Luttazzi. Sanremo duetti Baglioni

Poi arriva una ventata di giovinezza al Festival, con l’ingresso di Pippo Baudo. E cosa fa ovviamente? Invita Baglioni a cantare, come se fino a questo momento non avesse già cantato abbastanza.

I due si lanciano in duetto aperto, reinterpretando un must di Claudio Baglioni, forse uno dei suoi più grandi successi: Questo piccolo grande amore.

I duetti

Non finisce qui, le performance di Baglioni continuano per tutta la serata e si salvi chi può! Ogni concorrente che metterà piede sul palco da quel momento sarà preso in ostaggio da Baglioni che vorrà duettare con lui. Sanremo duetti Baglioni

Si parte con Fiorella Mannoia che dopo essersi esibita con Il peso del coraggio, duetta con Claudio Baglioni sulle note del classico Quello che le donne non dicono. Il tutto arrangiato con un Baglioni alla chitarra.

mannoia baglioni

Arriva poi il turno di Marco Mengoni, che festeggia 10 anni di carriera esibendosi con Tom Walker nel loro featuring Hola (I Say). Nemmeno Mengoni viene risparmiato e Baglioni lo trascina in un duetto sulle note di Emozioni del grande Lucio Battisti.

Infine, forse il momento più emozionante di tutta la serata. Arriva il grande Riccardo Cocciante, che con la sua sola esibizione di Bella ci fa rinvenire dal leggero sonnecchiare sul cuscino. Non si risparmia nemmeno Cocciante e Baglioni duetta con lui sulle note di Margherita (che per carità, lasciamola cantare solamente a Cocciante).

Sanremo duetti Baglioni

Insomma che dire una puntata claudiocentrica, dove Claudio Baglioni sembra essere il Sole attorno al quale ruotano tutti i pianeti e satelliti del Festival. Sanremo duetti Baglioni

Voi cosa ne pensate di questa eccessiva presenza canora di Baglioni? Fortuna che almeno non ha imposto agli ospiti di cantare le sue canzoni come l’anno scorso.

Continuate a seguirci su Musicaccia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui