venerdì, Luglio 19, 2024

Latest Posts

System of a Down senza Serj Tankian? Il cantante ne parla nella sua autobiografia

Down With The System, biografia scritta dal frontman dei System of a Down, ossia Serj Tankian, descrive in maniera dettagliata diversi retroscena della vita del cantautore e polistrumentista.

Tankian ha parlato della sua esperienza nell’iconico gruppo, concentrandosi soprattutto sull’arco temporale di quasi vent’anni che va dagli ultimi album pubblicati dal gruppo nel 2005 a oggi.

In questa lunga fase di stello, il cantante ha anche pensato di abbandonare il gruppo, proponendo agli altri componenti della band di sostituirlo. Ecco come ha raccontato la cosa nella sua autobiografia:

Verso la fine del 2017, durante una riunione nell’ufficio del nostro manager, ho esternato agli altri che c’era un punto da aggiungere all’agenda degli ordini del giorno. Dopo aver trattato tutti i noiosi punti precedenti siamo arrivati al mio. Chiesi “Allora chi mi organizzerà un party di addio? Volete pensarci voi, ragazzi?’ mi misi a ridere ma ero serio. “Ragazzi, guardate, sono stato chiaro a riguardo e non voglio più fare dei tour, sia per i miei problemi alla schiena, sia perché non rientra più nella mia visione. […] Penso che dovreste trovare un nuovo cantante.

La proposta, in un primo momento, venne bocciata ma, in seguito, la band decise di sondare il terreno cercando un nuovo cantante. Una volta trovato, però, non li convinse appieno:

Shavo mi disse che avevano fatto un provino a questo cantante ma che non era in grado di urlare e fare growl. Rimasi meravigliato, non tanto per il fatto che avessero fatto dei provini ma perché lo avessero fatto senza dirmi nulla. Quanto chiesi a Shavo perché non me lo avessero detto mi disse “Non lo so”.

In seguito, Tankian propose un suo amico per sostituirlo come frontman dei System of a Down ma, anche in questo caso, l’idea venne scartata.

Nonostante la volontà di lasciare la band, Tankian si dice orgoglioso dei System e del loro lavoro insieme, non solo per il lato artistico ma anche per quanto concerne il loro attivismo no-profit:

Sono estremamente orgoglioso della mia band che, insieme alle organizzazioni no-profit e alle comunità armene di tutto il mondo, fa pressione per il riconoscimento del genocidio armeno.

Come detto in precedenza, l’ultimo album del gruppo venne pubblicato nel 2005. In Down With the System, Tankian ha parlato dei fallimentari tentativi della band di realizzarne uno nuovo nel 2018:

Avevamo deciso che, per realizzare questo nuovo album, ogni idea proposta avrebbe avuto lo stesso valore, non ci sarebbe stato alcun controllo del processo di scrittura e ognuno avrebbe avuto diritto di veto su ogni canzone. All’inizio c’era una certa apertura, ma poi c’è stata una marcia indietro generale. Ci vogliamo bene, ci rispettiamo, ma abbiamo differenze creative e questo ci ha impedito di andare avanti.

E voi cosa ne pensate? Fateci sapere la vostra con un commento e continuate a seguirci su Musicaccia!

Latest Posts

Don't Miss

Resta con noi

Per essere aggiornato con tutte le ultime novità, offerte e annunci speciali.