giovedì, Settembre 21, 2023

Latest Posts

Soundreef: scialuppa di salvataggio per i social Meta

Saltato l’accordo tra Siae e Meta: caos sui social

È da quasi un mese ormai che sui social Facebook e Instagram gli utenti non trovano più la giusta colonna sonora per le proprie stories. Tutto ciò a causa dell’intesa fallita tra due grosse società quali la SIAE (Società Italiana degli Autori ed Editori) e Meta, l’impresa statunitense diretta da Mark Zuckenberg che controlla i social WhatsApp e Messenger, oltre ai già citati Facebook, Instagram. Soundreef Meta

L’accordo pare sia saltato principalmente per la mancata trasparenza della società Meta che non avrebbe fornito alla Siae i ricavi provenienti dai contenuti con “colonna sonora” tutelati da quest’ultima al fine di fornire il giusto compenso agli artisti ed editori italiani. Conseguenze? “Questa canzone non è al momento disponibile“.

È questo l’avviso che compare all’interno delle storie a tutti coloro che selezionano una canzone che apparentemente è inserita nella lista generale dei brani proposti. Infatti molte canzoni, principalmente italiane ma anche di artisti internazionali, non figurano più nella barra di ricerca dell’adesivo “Musica”. Se prima trovare la canzone adatta ai propri contenuti era complicato, adesso è diventato praticamente impossibile.

Menomale che Soundreef c’è! Soundreef Meta

Soundreef

Per fortuna a riportare la musica sui social ci ha pensato l’Ente di Gestione Indipendente Soundreef, società nata in Gran Bretagna dal progetto di due italiani, ovvero Davide D’Atri e Francesco Danieli, che opera nel campo dei diritti d’autore musicali su scala globale. Tra gli artisti più famosi che hanno lasciato la Siae per aderire e sostenere quella che ai suoi tempi è iniziata come una startup figurano i nomi di Fedez, Gigi D’Alessio, Rkomi e Fabio Rovazzi. Grazie al compromesso trovato tra l’azienda e Meta, molte canzoni sono tornate disponibili nelle storie, ma purtroppo mancano ancora all’appello molti titoli e diversi artisti.

Il futuro, dunque, è ancora incerto non soltanto per le case discografiche italiane ma anche per tutti coloro che, come gli influencer o i social media manager, lavorano in Italia con le piattaforme social. Il problema, allo stato attuale delle cose, non pare essere vicino a una risoluzione dato che un ipotetico accordo tra SIAE e Meta sembra un miraggio. Tale diatriba tra le parti è, attualmente, l’unico caso tra i Paesi Europei, un primato del quale gli italiani avrebbe probabilmente fatto a meno.

Questa singolare situazione quanto ha influito invece sul modo nel quale sfruttate i social media? Fatecelo sapere con un commento e continuate a seguirci su Musicaccia!

Latest Posts

Don't Miss

Resta con noi

Per essere aggiornato con tutte le ultime novità, offerte e annunci speciali.