Home Lo Stato Sociale Lo Stato Sociale – “Fare Mattina”

Lo Stato Sociale – “Fare Mattina”

166
0
CONDIVIDI
Lo stato sociale c'eravamo tanto sbagliati
Artista: Lo Stato Sociale
Data di uscita: 9 febbraio 2018
Album: Primati Lo stato sociale fare mattina testoL

Lo Stato Sociale – “Fare Mattina” (TESTO) Lo stato sociale fare mattina testo

Apro gli occhi la mattina
E rivedo la sera prima
Il locale che chiude quando
Tu ancora non arrivi
La macchina non funziona
E agosto e la spiaggia è lontana
E allora faccio un giro in montagnola
Anche oggi è già domani
Hai già deciso che non rimani
Lascia a casa le tue chiavi
Chissà che piani hai

Se penso agli addii
Non esistono più gli addii
Siamo sempre collegati
Anche quando non lo sai

E vorrei averlo perso
Quell’attimo in più
Per lasciarti andare meglio
Ma pensa te che bel risveglio
Senza un’anima intorno uh-uh
Amore mio ci sono solo io
E voglio stare bene
Metto gli occhiali da sole
Pa pappapa paraira
Pa pappapa paraira

Ho capito ora quanto valeva
Quella fuga da scuola
Far l’amore in cantina
Un viaggio senza meta
Camminare alla cieca
La notte passata a fare mattina
In un treno per Grosseto
Forse ti ritrovo in un sorriso a caso
Un dito sul libro
O in un posto vuoto

Se penso agli addii
Non esistono più gli addii
Siamo sempre collegati
Anche quando non lo sai

E vorrei averlo perso
Quell’attimo in più
Per lasciarti andare meglio
Ma pensa te che bel risveglio
Senza un’anima intorno uh-uh
Amore mio ci sono solo io
E voglio stare bene
Metto gli occhiali da sole
Pa pappapa paraira
Pa pappapa paraira

E chissà se in un altro universo
Un divano qualunque magari è un bel posto
E chissà se questo tempo perso
Ce lo riprenderemo indietro un bel giorno

Ma pensa te che bel risveglio
Senza un’anima intorno uh-uh
Amore mio ci sono solo io
E voglio stare bene
Metto gli occhiali da sole
Pa pappapa paraira
Pa pappapa paraira

Oggi sono solo io
E voglio stare bene
Metto gli occhiali da sole Lo stato sociale fare mattina testo Lo stato sociale fare mattina testo Lo stato sociale fare mattina testo

Seguici su Musicaccia 

LASCIA UN COMMENTO