Home Vintage Hot Space, l’album sottovalutato dei Queen da ascoltare almeno una volta nella...

Hot Space, l’album sottovalutato dei Queen da ascoltare almeno una volta nella vita

1356
0
CONDIVIDI
Hot Space album sottovalutato Queen

Il 21 maggio 1982 è stata la data d’uscita dell’album Hot Space, il più controverso della loro carriera. Dalla pubblicazione fino ai nostri giorni è stato etichettato come il loro peggiore disco. È davvero così? Hot Space album sottovalutato Queen 

La collocazione

Hot Space è stato il loro decimo album in studio che fu registrato a Monaco. Fin da subito destò parecchie perplessità a chi era abituato a sonorità by Queen decisamente diverse, le quali, a primo impatto, sembrarono in contrasto con i loro brani precedenti.

Le perplessità erano già nate qualche anno prima con il celeberrimo brano Another One Bites the Dust contenuto in The Game, pezzo in cui sperimentarono per la prima volta l’uso dei sintetizzatori.

Eppure, tranne il brano Under Pressure, nessun pezzo di Hot Space ha raggiunto lo stesso successo Another One Bites the Dust.

Gli anni ’80 stravolgono il rock

Questo famigerato Hot Space deve essere inserito nel contesto di decadenza che il genere rock, a cui si era abituati, ha vissuto proprio agli inizi degli anni ’80. Hot Space album sottovalutato Queen 

Il gusto musicale era cambiato, la maggior parte delle band che avevano avuto l’exploit nel decennio precedente si son dovute adeguare.

Da un lato c’era chi sperimentava proprio come i Queen, David Bowie o gli AC/DC, dall’altro c’era chi consolidava il proprio successo, ancora acerbo, creando qualcosa di innovativo proprio all’interno del genere rock come ad esempio i Guns N’ Roses, i Bon Jovi, gli U2 e gli Aerosmith.

Nascono nuovi generi, nuovi suoni destinati ad avere un successo immenso, sono gli anni dell’ascesa di Joy Division, Smiths, New Order e Cure. Hot Space album sottovalutato Queen 

Hot Space album sottovalutato Queen

I brani uno per uno

Il tema del piacere sensuale è il filo conduttore che lega alcuni dei brani presenti nell’album che si può notare fin da subito nelle prime quattro canzoni: Staying PowerDancer Body Language, che sono forse le più ambigue e meno riuscite dell’ intero LP, Back Chat e Action This Day di Roger Taylor.

Poi c’è Put Out The Fire forse uno dei pezzi più sottovalutati di Hot Space, forse quello con il sapore più rock che tratta anche un tema importante come quello della guerra delle Falkland (combattuta in quel periodo tra tra Argentina e Regno Unito per il controllo e il possesso delle isole Falkland, della Georgia del Sud e delle isole Sandwich meridionali).

Anche Life Is Real non è per nulla deludente, per apprezzarla basta sapere che è dedicata a John Lennon scomparso nel 1980. Anche la diretta e decisa Calling All Girls vale la pena di essere ascoltata.

Las Palabras De Amor è invece uno di quei pezzi con il ritornello ridondante che si memorizza facilmente grazie alla sua melodia avvolgente, il tutto è incorniciato dalle bellissime tastiere suonate da Brian May che trasforma in oro tutto quello che suona.

Grazie a questo brano i Queen sono riapparsi dopo tanti anni nel programma Top Of The Pops, segno che sottolinea come questo album li abbia aiutati ad abbracciare una nuova parte di pubblico.

Cool Cat è un altro bel pezzo da ascoltare perché qui Freddie ha sperimentato note altissime che nessun cantante, se non lirico, saprebbe raggiungere.

Arriviamo ad Under Pressure, il brano di punta dell’album che i Queen hanno realizzato con l’immenso David Bowie. Non è musicalmente il pezzo migliore del mondo, ma poco importa perché ascoltare questo “featuring” di mostri sacri a distanza di anni provoca sempre una certa emozione, soprattutto ora che ci hanno lasciato entrambi.

Conclusioni

Dunque abbiamo capito perché Hot Space è diverso dal resto della discografia dei Queen e perché non ha avuto lo stesso successo di altri loro album, considerati pietre miliari assolute della storia della musica.

I Queen sono stati e saranno per sempre una delle migliori band, questo è il motivo principale che vi deve spingere a conoscere tutti i loro esperimenti musicali e scoprire tutte le loro sfaccettature.

Lasciate giudicare al vostro gusto personale e ascoltate questo album almeno una volta nella vita.

Continuate a seguirci su Musicaccia.

 

LASCIA UN COMMENTO