Home Vintage Plastic Love – La Warner Music ci catapulta nella Tokyo degli ’80s

Plastic Love – La Warner Music ci catapulta nella Tokyo degli ’80s

5
0
CONDIVIDI
mariya takeuchi city

Tokyo, 1980:mariya takeuchi city

Il Giappone, si sa, fa parte di quell’estremo oriente che molti sognano, almeno una volta, di visitare.mariya takeuchi city

Un paese esotico che è stato capace di trasformarsi e modernizzarsi piuttosto in fretta.

Diventato, in meno di 50 anni, uno dei paesi più industrializzati e tecnologicamente avanzati del pianeta.

Il Giappone ha dato vita a diverse culture e sub-culture, da quella Otaku (grossomodo il corrispettivo dei Geek occidentali) a quella delle mode giovanili più disparate.mariya takeuchi city

Ma gli appassionati di musica vedranno, nel paese del sol levante, anche un campo florido di musicisti di altissimo livello..oltre alla nascita di un genere musicale tornato alla ribalta proprio di recente:

Il City Pop.

mariya takeuchi city

La Città in musicamariya takeuchi city

Nato in concomitanza con il grande boom economico giapponese e la creazione degli altissimi grattacieli di Tokyo, il City pop è una commistione di molti altri generi musicali.mariya takeuchi city

Nato, originariamente, da una vaga ispirazione alla “new music”, ben presto se ne distacca parzialmente, non disdegnando suggestioni di stampo pop, rock, RnB e, sopratutto, funk.

Sonorità lounge e dal ritmo nostalgico e coinvolgente, in grado di strappare un sospiro ai nostalgici degli anni ’80.

Suoni che hanno accompagnato anche produzioni animate ormai divenute veri e propri Cult, come Kimagure Orange Road e City Hunter.

I grandi nomi che hanno reso grande ed indimenticabile il City Pop? Prevalentemente femminili.mariya takeuchi city

Tra le molte, ricordiamo Junko OhashiTaeko Ohnuki, Cindy e la misteriosa Mariya Takeuchi.

Ed E’ proprio grazie ad un brano di quest’ultima artista che l’eco del City Pop è giunto, incredibilmente, anche ai giorni nostri, uscendo, di fatto da quello status di genere “per pochi appassionati”.mariya takeuchi city

Il fortuito caso di Plastic Love

Plastic Love, meravigliosa canzone d’annata 1984, è uscita dal “dimenticatoio” quasi per caso:

Sembra che, da un giorno all’altro, numerosi utenti di Youtube si siano ritrovati proprio Plastic Love tra i consigliati.

Errore nell’algoritmo, curiosa casualità?

Qualunque sia stata la causa,  il City pop è riuscito, grazie ad essa, a spiegare le ali e a volare oltre gli stessi confini del tempo, mostrandosi ai giovani in tutto il suo splendore.

Dopo quasi quarant’anni, il videoclip del mito.

Proprio quest’anno, il canale giapponese della Warner Music, etichetta musicale internazionale, ha rilasciato un videoclip inedito del capolavoro di Mariya Takeuchi.

in questo teaser, possiamo scorgere le tinte nostalgiche e le luci cittadine di una Tokyo anni ottanta, viste attraverso il finestrino di un Taxi.

A bordo, oltre il guidatore, un businessman impegnato in una telefonata e una giovane donna, intenta ad osservare la città dal finestrino con sguardo assente.

mariya takeuchi city

Potete vedere il video in questione cliccando su questo link.

Continuate a seguirci su Musicaccia

LASCIA UN COMMENTO