lunedì, Marzo 4, 2024

Latest Posts

Un Natale alternativo: 7 canzoni insolite per le vostre feste

Stanchi dei soliti tormentoni di Natale? Certo, i grandi classici cantati da Michael Bublé e compagnia sono intramontabili, ma ogni tanto si può avere voglia di cambiare. Basti pensare al pubblico americano, che quest’anno pare aver finora preferito Rockin’ Around The Christmas Tree di Brenda Lee all’ormai immancabile All I Want for Christmas Is You di Mariah Carey (leggi qui per saperne di più). Magari quest’anno avete voglia di aggiugnere del pepe alle vostre feste con dei suoni insoliti, melodie nuove e artisti meno noti. Ecco a voi 7 brani che forse non conoscete ancora, per dare un tocco di unicità e stravaganza alla vostra playlist natalizia. Canzoni di Natale per voi.

White Christmas dei Guns N’ Roses

Avete mai pensato di ascoltare hard rock durante le festività natalizie? Probabilmente no. Ma se avete voglia di scuotere il vostro Natale, perfetta per voi è la cover dei Guns N’ Roses di White Christmas. Il grande classico scritto nel 1942 da Irving Berlin e cantato originariamente da Bing Crosby (a proposito, sapevate che è il singolo più venduto nella storia?), viene completamente stravolto dalla band di Sweet Child O’ Mine. In questa versione la melodia è quasi irriconoscibile, se non fosse per il sample che si sente all’inizio del brano, con intento un po’ ironico. È un must per gli amanti del rock e per i ribelli che amano portare scompiglio al cenone di famiglia.

Mele Kalikimaka di Mina Canzoni di Natale per voi.

Immaginate di trascorrere le vostre vacanze di Natale alle Hawaii. Mentre tutti i vostri amici giocano a palle di neve o bevono un tè caldo davanti al camino, voi sareste sdraiati all’ombra di una palma, sulla spiaggia di Honolulu, magari dopo un bel bagno nelle acque hawaiane. Ci ha già pensato, nel 1949, Robert Alex Anderson, autore del brano Mele Kalikimaka. La canzone, incisa quell’anno da Bing Crosby con le Andrew Sisters, parla di un Natale sotto al sole: “Mele Kalikimaka è il modo hawaiano di dire buon Natale”, dice il testo. Il brano è stato inciso nel 2010 dalla nostra Mina, per il suo EP natalizio Piccola strenna. La sua versione, che ricorda il jazz degli anni Venti, è stata anche inclusa nella soundtrack del film La banda dei Babbi Natale con Aldo, Giovanni e Giacomo. Il brano è anche parte della raccolta Dilettevoli Eccedenze n.2, pubblicata pochi giorni fa. Date un ascolto: vi sentirete in un crossover tra Una poltrona per due e SpongeBobCanzoni di Natale per voi.

Christmas Tree di Lady Gaga Canzoni di Natale per voi.

Un grande classico di Natale, una melodia straconosciuta, un testo inconfondibile natalizio. Ma questa versione di Lady Gaga è decisamente diversa da tutte le altre. Con il suo stile unico e inimitabile, la cantante di Always Remember Us This Way ha reinterpretato il brano in chiave synth-pop. Un accostamento decisamente stravagante, quasi un ossimoro: il calore dell’atmosfera che si vive intorno all’albero di Natale e i freddi suoni dei sintetizzatori. La Germanotta, in questo brano del 2008, si avvale della collaborazione del DJ francese Space Cowboy, che ha anche prodotto diverse tracce per gli album The Fame e The Fame Monster della cantautrice americana. Insomma, scegliete questo brano per un Natale atipico, non a suon di campane, bensì a suon di “Ra Pa Pam Pam”.

Suite per pianoforte e orchestra di Alexander Tsfasman canzoni di Natale 

Non poteva mancare la musica classica in questa playlist. Il compositore sovietico Alexander Tsfasman compose nel 1945 una meravigliosa suite per pianoforte e orchestra, denominata “Jazz suite” in quanto unisce il sinfonismo al linguaggio jazzistico. Particolarmente adatta ai freddi giorni di dicembre è l’effervescente primo movimento, intitolato “Fiocchi di neve”. Tsfasman fu uno dei più importanti musicisti jazz nell’Unione Sovietica, oggi poco conosciuto al mondo se non fosse per questa suite. Magari è l’ora che il compositore abbia la celebrità che si merita! Intanto ascoltiamoci questo grazioso brano, adatto agli amanti della musica classica e del jazz.

DJ Play A Christmas Song di Cher

Rottura della quarta parete: Cher chiede al DJ di mettere su una canzone di Natale e subito parte la hit tunz tunz. Con la sua inconfondibile voce metallica, l’eterna Cher unisce l’atmosfera di Natale ai suoni della dance pop, con tanto di auto tune. Il brano in realtà fa parte dell’album Christmas (uscito due mesi fa in previsione del Natale 2023), ovvero il suo primo album con materiali inediti dopo Closer to the Truth, pubblicato dieci anni fa. L’album contiene collaborazioni prestigiose: Stevie Wonder, Michael Bublé e Cyndi Lauper sono alcuni tra i nomi presenti nell’album. Tornando a DJ Play A Christmas Song, se avete nostalgia della dance anni ‘90, questa canzone è ciò che fa al caso vostro. È semplicemente Cher nella sua quintessenza, anche davanti all’albero di Natale.

All I Want (for Christmas) di Liam Payne

Siete soli a Natale e non avete voglia di festeggiare? Vi auguriamo sinceramente di no. Nel caso lo foste, questa canzone potrebbe farvi sentire capiti. Il cantautore britannico Liam Payne ha ripreso le parole iconiche di Mariah Carey. “Tutto ciò che voglio per Natale sei tu”, canta l’ex membro dei One Direction. Ma il contesto di queste parole è molto diverso rispetto a quello in cui le intona la cantante di We Belong Together, infatti il brano di Liam Payne ha un tono decisamente più malinconico. La canzone, pubblicata nel 2019, parla di un Natale solitario a causa della fine di una relazione. Certo, la canzone non trasmette esattamente l’atmosfera natalizia, anzi non lo fa per niente. Però c’è la parola “Christmas” nel titolo.

Lo Schiaccianoci di Duke Ellington

Chi non conosce Lo Schiaccianoci di Tchaikovsky? Nello sterminato repertorio della musica d’arte, il balletto del compositore russo è una delle opere più conosciute e amate dal pubblico di tutte le età. Ma è anche una delle opere che ricordano di più il Natale. Avrete ascoltato migliaia di volte brani celebri del balletto, come la Marcia, la Danza della fata confetto o il Valzer dei fiori. Volete ascoltare le celebri musiche di Tchaikovsky in una veste completamente nuova? Allora date un ascolto alla versione del leggendario Duke Ellington, che ha reinterpretato il balletto in chiave jazz. La sua versione, intitolata The Nutcracker Suite, trasforma la musica classica in un vibrante linguaggio jazzistico, arricchendo le melodie originali con armonie sofisticate, improvvisazioni brillanti, elementi swing e ritmi sincopati.

 

Latest Posts

Don't Miss

Resta con noi

Per essere aggiornato con tutte le ultime novità, offerte e annunci speciali.