Home Gossip “Pa pa pa”: la nota vocale hot che ha generato mix musicali

“Pa pa pa”: la nota vocale hot che ha generato mix musicali

135
0
CONDIVIDI
Pa pa Catania remix

Whatsapp è uno dei canali di messaggistica più utilizzati in tutto il mondo. Una delle cose che sicuramente lo caratterizza è la possibilità di inviare le famose “note vocali”. Brevi audio da inviare a terze parti quando non si ha voglia di chiamare.

Che siano lunghi o brevi, i messaggi vocali di Whatsapp comunicano di tutto: fatti di quotidianità, disperazioni universitarie e anche vita privata. Pa pa Catania remix

Pa pa Catania remix

Mandare i vocali per noi sembra del tutto sicuro, in realtà non è proprio così e i risultati di ciò, recentemente, li sta scontando una giovane ragazza catanese. Pa pa Catania remix

Infatti una nota vocale, inviata su Whatsapp, dalla ragazza al fidanzato ha iniziato a circolare sul web diventando immediatamente virale.

Privato…ma non troppo Pa pa Catania remix

Una ragazza siciliana di Catania aveva mandato una nota vocale privata al suo fidanzato. Cosa c’è di strano in questo? Beh ciò che comunicava la ragazza era qualcosa di un po’ particolare.

La ragazza invitava il suo ragazzo ad offrirsi per certe prestazioni sessuali un po’ spinte. Si sente la ragazza dire in siciliano: “Tu lo sai cosa voglio da te?” e a seguire la richiesta di prestazione accompagnata dalla mimica del suono “pa pa pa”.

Nel momento di creare l’audio la ragazza non si sarebbe di certo immaginata che le sue parole avrebbero raggiunto milioni di persone. Pa pa Catania remix

Pa pa Catania remix

Qualcuno ha rubato l’audio e lo ha fatto circolare su Whatsapp e poi sul web. Ne sono persino stati creati dei mix con sottofondo delle famose colonne sonore.

Persino l’emittente Radio Lo zoo di 105 ha trattato la vicenda, mandando in onda una delle versioni remixate dell’audio vocale.

Non finisce qui

Subito è iniziata una caccia alla strega per cercare di scovare l’identità ella ragazza che aveva realizzato l’audio vocale. Al giorno d’oggi non è così difficile e la ragazza è stata trovata.

Ne sono state rubate anche le foto dei suoi canali social e sono state diffuse anche queste via internet senza alcuna pietà o ritegno. Pa pa Catania remix

La ragazza, che inconsapevolmente si è vista trascinare come un vortice in tutto questo, si è immediatamente cancellata sia da Instagram che da Facebook.

La ragazza, poi, disperata ha inviato un messaggio ad un’amica dalla quale cercava conforto. La lezione evidentemente non le è servita, infatti anche quest’audio è stato diffuso.

Pa pa Catania remix

Traducendo dal siciliano si sente dire: “Colui che ha diffuso l’audio, ha detto che lo ha inviato per scherzo nel gruppo dei suoi amici. Da questo gruppo è arrivato in un altro e in un altro ancora, tanto che io stessa l’ho ricevuto da un’altra persona. All’inizio pensavo fosse uno scherzo ma adesso quel messaggio vocale mi sta segnando la vita. Qualcosa devo fare con questa persona. Questo è cyberbullismo”.

Sostegno per la ragazza

Nonostante molti ci abbiano riso su, la vicenda è molto grave, perchè è stata violata la privacy di un utente, diffondendo qualcosa di privato a sua insaputa.

Molti i messaggi e le parole spese a sostegno della ragazza che adesso, come dice nella nota vocale, si sente come marchiata da questa vicenda. Pa pa Catania remix

Qualcuno le ha dato anche due ottimi consigli. Infatti lo scrittore Ottavio Cappellani scriveva su La Sicilia“Cara ragazza, oggi, purtroppo, come saprai, sono usciti nuovi audio e nuove foto. Benissimo. Sono animali. Ma non fanno altro che confermarmi la tua immensa statura di donna vera rispetto a questi quattro scimuniti. Hai due bellissime strade di fronte a te: o denunciare (e ti consiglio comunque di farlo) oppure sfruttare la situazione, questi quattro scemi ti hanno fatto diventare una star”.

L’indagine

Ogni azione ha una conseguenza e presto il responsabile della diffusione della nota vocale della ragazza siciliana, lo proverà sulla propria pelle. Pa pa Catania remix

La polizia postale di Catania ha avviato un’indagine per dare un nome ed un volto al responsabile di un atto così meschino e, diciamolo, anche stupido.

Pa pa Catania remix

Il reato di diffusione di comunicazioni personali è infatti punibile con quattro anni di reclusione.

Questo avvenimento ha subito condotto al caso simile di Tiziana Cantone, ragazza che aveva registrato dei video hot finiti poi sul web.

Nel suo caso la vicenda non era finita bene, infatti la pressione, la vergogna e il trovarsi al centro di attenzione mediatica, l’ha portata al suicidio.

Speriamo che questa ragazza siciliana riesca ad affrontare in modo positivo la vicenda. Magari un giorno si farà due risate nell’ascoltarsi in un remix dei Queen.

Continuate a seguirci su Musicaccia.

LASCIA UN COMMENTO